rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Scuola

"A Rimini il doppio di alunni con handicap rispetto alla media"

Il direttore dell'Ufficio scolastico regionale, Stefano Versari: "La cosa ci preoccupa"

Continuano a crescere gli alunni certificati con handicap nelle scuole dell'Emilia-Romagna, al ritmo del 3% in più ogni anno. "La cosa ci preoccupa", ammette il direttore dell'Ufficio scolastico regionale, Stefano Versari, mercoledì in conferenza stampa a Bologna. Nell'anno scolastico 2017-2018, che sta per partire, gli studenti certificati sono circa 500 in più rispetto all'anno prima: in totale sono 16.544, in crescita costante da diversi anni (erano 14.662 nel 2014, ovvero oltre duemila in meno). "Dovremo fare ulteriori approfondimenti", spiega Versari. Certo è che, finora, "la sanità non è riuscita a fornirci indicazioni scientifiche che spieghino cosa sta accadendo- sottolinea il direttore dell'Usr- non è una questione politica, ma scientifica. Se però nella sanità non troveremo risposte, dovremo rivolgerci ai sociologi".

Il problema, teorizza Versari, potrebbe essere legato "non solo al disagio delle famiglie, ma anche a una percezione delle certificazioni". Ovvero, si attestano disturbi "con più manica larga perchè il percepito è un disagio che si diffonde". Alcune province dell'Emilia-Romagna, come Rimini ad esempio, "hanno il doppio di alunni con handicap rispetto al dato standard scientifico", sottolinea Versari. Il problema, però, è che "se tutti hanno un disturbo, è come se nessuno lo avesse- mette in guardia il direttore dell'Usr- questa estensione non è un vantaggio per i bambini, perchè fa perdere di vista le situazioni più gravi, che si perdono nel marasma. La cosa ci preoccupa, per il bene dei bambini". Quest'anno sono 5.437 i posti per insegnanti di sostegno attribuiti dal ministero in Emilia-Romagna, a cui se ne aggiungono altri 3.226 autorizzati in deroga dall'Usr.
(Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A Rimini il doppio di alunni con handicap rispetto alla media"

RiminiToday è in caricamento