I primi 50 anni della Scuola Primaria Anna Frank di Rivabella

Una mostra fotografica che ricorda il mezzo secolo di vita, fatto di passione e impegno, della struttura scolastica

Per gli alunni e le maestre della scuola primaria “Anna Frank “ di Rivabella sarà una data da ricordare. quella di sabato scorso quando nella mattinata i suoi alunni, i genitori, le insegnanti accompagnati dalla maestria ineguagliabile della professoressa Gorana Cehic, hanno festeggiato i cinquant’anni di questa scuolina graziosa che si affaccia sul mare di Rimini. Una festa, continuata per tutto il giorno fino all’inaugurazione – presenti anche l'Assessore alle Politiche Educative del Comune di Rimini Mattia Morolli, la Dirigente Scolastica dell'IC Alighieri Sandra Villa, il Dirigente Scolastico dell'IC Alighieri dello scorso anno, ora in pensione, Carmelo Vita -  della mostra fotografica che racconta di questi cinquant’anni indimenticabili di passione e impegno. Erano inoltre presenti alcune maestre storiche della scuola, nonché la bidella, venute a vedere la recita che, con un tuffo nel passato, ci ha fatto rivivere i momenti della scuola di ieri e poi di oggi

“Oggi per tutti noi è stata una grande emozione ritrovarsi a raccontare la vita della nostra scuola – hanno scritto ai propri ragazzi le maestre -. Molti tra noi genitori ed insegnanti, sono stati suoi alunni dal lontano 1967 fino ad oggi… quando la mattina vi accompagnavamo i nostri figli.  Quando eravamo piccoli l’atrio, le aule, tutti i locali dell’ edificio, ci apparivano enormi, il soffitto del salone lontanissimo dal pavimento, il giardino immenso. Oggi, forse perche’ siamo cresciuti in altezza, essa ci appare deliziosamente a misura di bambino con i suoi spazi raccolti ed accoglienti, con la sua luminosità e la meravigliosa vista sul mare, la cui visione rallegra i suoi scolari da quasi tutte le finestre delle aule! Ricordiamo con affetto il profumo intenso dei mandarini che caratterizzavano le nostre ricreazioni invernali. Anche noi scambiavamo le merende e ci divertivamo a collezionare carte dei calciatori o bamboline con i vestitini di carta. per natale la maestra ci invitava a realizzare un lavoretto e a comporre una letterina d’auguri e di buoni propositi per mamma e papà.

"Negli anni settanta - concludono . la scuola di Rivabella rifletteva il periodo di floridezza economica che si viveva nel paese: Rivabella cresceva in numero di abitanti ed anche le aule erano stracolme di alunni, tanto che gli spazi non erano sufficienti ad ospitare tutti in un unico turno la mattina. I programmi televisivi per noi bambini iniziavano alle ore 17 con :Rin tin tin, ciuffettino, Bracco Baldo show, Zorro, i ragazzi di padre Tobia… questa era la vita degli alunni che tanti anni fa frequentavano  la scuola elementare “Anna Frank“. Ora che siamo cresciuti , ringraziamo tutti coloro che ci hanno accompagnato con il loro esempio e con il loro affetto, ma soprattutto ringraziamo gli alunni che ci hanno raccontato con il loro spettacolo la vita della nostra scuolina, facendoci rivivere emozioni e ricordi momentaneamente racchiusi nei cassetti della memoria. proprio da questi bambini meravigliosi,  ogni giorno abbiamo  la fortuna di imparare qualcosa che ci rende migliori di quanto non fossimo il giorno precedente.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento