Lotta al tumore al pancreas, la città e i suoi monumenti si illuminano di viola

LiAssociazione Oltre la Ricerca organizza al Club Nautico un incontro pubblico con medici e pazienti

Nella serata del 21 novembre, Rimini con la Rocca Malatestiana, le rotatorie (via Flaminia Conca, incrocio di via Dante con via Roma, fronte chiesa di San Nicolò, incrocio Via Tripoli Via XX Settembre), il Club Nautico e hotel simbolo come il Grand Hotel e l’i-SUITE si coloreranno di viola per sensibilizzare e attirare l'attenzione sulla necessità di investire maggiori fondi per la ricerca e per richiedere alle istituzioni di impegnarsi a sostegno dell’informazione e delle campagne di prevenzione. Anche a Riccione l’Hotel Belvedere, Carpegna con il suo Palazzo del Principe, Tavullia con la Torre del Cassero, Gabicce mare con la sede del Comune, si illumineranno a sostegno della campagna di sensibilizzazione “Facciamo luce sul tumore al pancreas”, promossa dall’Associazione Nastro Viola Onlus con la collaborazione dell’Associazione riminese Oltre la Ricerca ODV, della Fondazione Nadia Valsecchi e dell’Associazione My Everest Onlus. La campagna di sensibilizzazione è arrivata in Italia nel 2015 e ha riscosso un successo sempre crescente: grazie al tam tam di pazienti e familiari e all’impegno di istituzioni pubbliche e private l’anno scorso sono stati ben 100 i comuni che hanno aderito all’iniziativa che nel mondo illumina di viola palazzi, monumenti, edifici, piazze, luoghi simbolici e suggestivi come le Cascate del Niagara o l’Opera House di Sidney.

La campagna di sensibilizzazione nasce con l’obiettivo di portare l’attenzione pubblica su una patologia che in Italia, ogni anno, colpisce oltre 13mila persone. L’idea è quella che, con gesti anche semplici, si possa modificare la storia naturale di questo “killer silenzioso” che ancora, a cinque anni dalla diagnosi, ha una mortalità stimata del 90% e che, nonostante questo, riceve soltanto il 2% dei fondi europei destinati alla ricerca. La diagnosi precoce del tumore al pancreas è resa difficile poiché i sintomi maggiormente riconducibili a questa malattia appaiono solo in stato avanzato. I campanelli di allarme maggiormente frequenti sono costituiti da ricorrenti disturbi dell’apparato digerente, improvviso calo di peso, persistenti dolori addominali che si irradiano alla schiena, feci di colore chiaro, nausea, vomito, comparsa improvvisa di diabete, prurito ed ittero. Tutto il mese di novembre è dedicato alla sensibilizzazione per la lotta al tumore al pancreas. A Rimini, l’Associazione Oltre la Ricerca ODV, organizza il 21 novembre, presso il Club Nautico di Rimini, un incontro pubblico medici – pazienti. Proprio in occasione della Giornata Mondiale e circondati dalla luce viola di monumenti simbolo ed alberghi della città, l’incontro ha come scopo quello di sensibilizzare l’opinione pubblica e le Istituzioni sull’importanza di sostenere l’informazione e la ricerca con l’obiettivo di arrivare prima ad una diagnosi tempestiva, attraverso un dialogo aperto che tratterà questa patologia, sotto vari punti di vista (medico-scientifico-nutrizionale). Arrivare ad una diagnosi tempestiva è la mission dell’Associazione, che proprio quest’anno con la sua donazione ha permesso l’implementazione dell’Ambulatorio Epatobiliopancreatico con l’avvio di una infermiera case manager ospedaliera per seguire l’intero percorso del paziente e creare un raccordo tra territorio (medici di famiglia) e ospedale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Vasco Rossi torna a maggio in Riviera per le prove del suo nuovo tour

  • Dramma in stazione, giovane si lancia contro il treno: modifiche alla circolazione

  • Picchiata e costretta a un rapporto sessuale nel parcheggio della discoteca, il bruto arrestato

  • Avvelena il proprio cane con del topicida, il sadico proprietario denunciato

  • Macabra scoperta, ritrovato cadavere nel porto

Torna su
RiminiToday è in caricamento