Gli studenti scendono in piazza contro il cyberbullismo e l'odio in rete

Gli alunni delle scuole Franchini e Pascucci in piazza Ganganelli per il "Safer Internet Day"

Martedì 11 febbraio, 18 classi della scuola media “Teresa Franchini” e tre della Pascucci celebreranno in piazza Ganganelli la giornata della sicurezza in rete – Safer Internet Day. Alle ore 10,15 gli alunni e le alunne delle due scuole uniranno le loro voci per promuovere un uso responsabile, rispettoso, critico e creativo delle tecnologie digitali attraverso una manifestazione in cui spiccherà il coro di 43 elementi della Franchini, diretto dalla professoressa Norina Angelini.

Uno dei progetti che caratterizza la scuola media è infatti “Diffondere gentilezza – le parole hanno un peso”, che ha l’obiettivo di prevenire fenomeni di bullismo e cyberbullismo fornendo ai ragazzi e alle ragazze strumenti e strategie per affrontare la problematica. Questo percorso coinvolge anche le famiglie degli studenti attraverso interventi realizzati in collaborazione con altri enti presenti sul territorio come la biblioteca comunale Baldini, la Fondazione En.A.I.P. “Zavatta” (attraverso il progetto Scelgo AttivaMente) e il Centro per le Famiglie Valmarecchia che ha promosso un’“Indagine esplorativa sull’uso degli smartphone, chat e social fra gli adolescenti del territorio dell’Unione di Comuni Valmarecchia” i cui risultati sono confluiti in un report curato dal Dottor Mirco Ciavatti.

studenti - manifestazione contro cyberbullismo - odio in rete-2

Durante i mesi scorsi l’istituto “Franchini” ha inoltre organizzato un concorso interno alla scuola, sotto la supervisione della professoressa Emanuela Grassetto, nell’ambito del quale le classi avevano il compito di realizzare una canzone contro il bullismo e il cyber bullismo: domani in piazza saranno cantate proprio le tre canzoni vincitrici (delle classi 1C, 2M e 3H). Inoltre, molti lavori legati a bullismo, cyberbullismo e linguaggio in rete, hanno preso spunto dal “Manifesto della comunicazione non ostile”, siglato anche dal Comune di Santarcangelo in occasione del Consiglio comunale di aprile 2019. Ideato dall’associazione no-profit Parole O_Stili, è un progetto di sensibilizzazione contro la violenza delle parole che la Scuola Media “Franchini” ha distribuito in ogni classe, affinché gli alunni comprendano quanto grande è il potere e il peso delle parole, che commuovono e feriscono, uniscono e allontanano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Vasco Rossi torna a maggio in Riviera per le prove del suo nuovo tour

  • Dramma in stazione, giovane si lancia contro il treno: modifiche alla circolazione

  • Picchiata e costretta a un rapporto sessuale nel parcheggio della discoteca, il bruto arrestato

  • Avvelena il proprio cane con del topicida, il sadico proprietario denunciato

  • Macabra scoperta, ritrovato cadavere nel porto

Torna su
RiminiToday è in caricamento