Mercoledì, 22 Settembre 2021
social

Quali sono le migliori birre artigianali del 2021?

Il concorso “Birra dell’anno”, organizzato da Unionbirrai, ha premiato le migliori birre tra cui la riminese Beha in fermento

Bionda o scura, ce n’è per tutti i gusti. Ma quali sono le migliori birre italiane artigianale? Lo ha svelato “Birra dell’Anno”, il Concorso organizzato da Unionbirrai, andato in scena a Cibus a Parma e non più al Beer and Food Attraction di Rimini. Il concorso premia le migliori birre artigianali italiane, che si sono distinte durante l’anno per la perfetta sinergia tra tradizione e creatività. 

A conquistare il primo Premio è il birrificio marchigiano MC77; ma è stata la Lombardia la Regione italiana che ha trionfato con ben 25 birre premiate, seguita da Veneto (14), Emilia-Romagna e Piemonte (13), Toscana e Marche (12). 

Tra le birre emiliano romagnole troviamo anche una riminese: Beha in fermento che trionfa per il secondo anno consecutivo. Scelta tra le 1599 birre in gara, i 60 giudici hanno premiato quelle nate in casa Beha, che si affiancano a Kermesse (Blanche), già “Birra dell’Anno” nel 2020.

Gaudio si aggiudica la medaglia d’oro per la categoria 7 “birre ambrate e scure, bassa fermentazione, basso grado alcolico, d’ispirazione tedesca” mentre Giubilo, belgian pale ale appena nata, ottiene il terzo posto per la categoria 27 “birre chiare, alta fermentazione, bassa gradazione alcolica, di ispirazione belga”.

l birrificio artigianale ed agricolo “Beha Brewing Company” è un progetto a filiera corta, nato sotto la stella della qualità e della ricerca, del giovane imprenditore Manuel Celli. Un impegno costante che parte dall’idea di riscoprire i sapori più veri, quelli autentici, da troppo tempo dimenticati. Dalla semina, alla spillatura tutto è all’insegna di un prodotto genuino che esalti la qualità sincera del territorio con la costante ricerca di nuove sfumature di sapore.
Gli innumerevoli premi nazionali e internazionali (1 argento all’ “European Beer Star” di Norimberga e ben 4 medaglie, tra cui un oro, al “Barcelona Beer Challenge”) ottenuti in solo un anno e mezzo di attività (tra l’altro condizionato pesantemente dalla pandemia), sono una riprova del valore di questo progetto, eccellenza del territorio riminese.

È possibile acquistare le birre vincitrici e tutte le altre sfumature di sapore, presso il birrificio “Beha Brewing Company” sulle prime colline di Rimini, a Santa Aquilina.

Se si preferisce invece abbinare le birre artigianali con il buon cibo è possibile cenare ogni sera presso “Baldoria”. La birreria che sposa l’idea del birrificio, propone ingredienti a km zero e valorizza i produttori del territorio, offrendo: pizze realizzate con lievito madre, hamburger ricercati, carne e primi piatti; con lo scopo di far vivere la spensieratezza riminese, che racchiude tutte le sfumature del sano divertimento sia da bere che da vivere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quali sono le migliori birre artigianali del 2021?

RiminiToday è in caricamento