menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gomme da neve, l'indagine: in molti pensano che siano obbligatorie tutto l'anno o solo in montagna

Secondo l'indagine del portale Facile.it circa 35.500 automobilisti emiliano romagnoli non montano gomme termiche e non hanno le catene a bordo

La Legge è arrivata ma non tutti la rispettano.  Il 15 novembre scatta l’obbligo di montare pneumatici invernali/quattro stagioni o, in alternativa, di avere a bordo catene da neve. Un obbligo valido fino al 15 aprile, ma gli automobilisti emiliano romagnoli sono indisciplinati. 

Secondo l’indagine commissionata da Facile.it a mUp Research e Norstat* circa 35.500 automobilisti emiliano romagnoli non rispettano quest’obbligo (tra l'1 e il 2%). Viaggiano senza gomme invernali o catene da neve a bordo, ma non sono gli unici. A livello nazionale il numero di automobilisti che nell’ultimo anno viaggia senza i dispositivi antisdrucciolo è pari a circa 1,2 milioni, ma quest’anno, secondo quanto emerso dall’indagine, la platea di italiani potenzialmente a rischio multa potrebbe arrivare a 1,7 milioni. 

«Oltre agli evidenti rischi in termini di sicurezza e alle possibili sanzioni amministrative, girare in auto su strade che prevedono l’obbligo di catene da neve, gomme invernali o quattro stagioni senza esserne dotati, comporta dei rischi anche dal punto di vista assicurativo» - spiega Diego Palano, responsabile assicurazioni di Facile.it - «In caso di incidente, qualora il sinistro sia stato causato o aggravato proprio dall’assenza della strumentazione obbligatoria, la compagnia potrebbe applicare sull’assicurato il diritto di rivalsa e chiedere un rimborso delle somme pagate ai terzi danneggiati».

Il comportamento di chi non utilizza le catene o gomme invernali è pericolosissimo. Se davvero occorre montare le catene su tratti innevati, i rischi d'incidente sono elevatissimi, e si mette a repentaglio anche la sicurezza altrui. Per non parlare dei veicoli che, senza gomme adeguate né catene, si intraversano, ostacolando la circolazione e rallentando il traffico. I pneumatici invernali sono una risposta per l'intera stagione fredda, mentre nel caso delle catene il loro impiego è più limitato a manto stradale abbondantemente innevato e con forti pendenze. Ideali per le zone in cui le nevicate e le basse temperature sono rare. Chi percorre queste strade senza l’equipaggiamento antisdrucciolevole rischia una multa che può arrivare, a seconda del contesto e delle condizioni metereologiche, fino a 168 euro nei centri abitati e a 335 euro sui tratti extraurbani e autostradali. 

Fortunatamente non ci sono solo gli indisciplinati, ma tra anche i virtuosi. Gli automobilisti virtuosi dell’Emilia-Romagna, infatti, hanno scelto di montare gomme invernali; nella regione lo ha fatto circa il 42% di chi si è adeguato alla norma. Al secondo posto si trovano i pneumatici quattro stagione, scelti da quasi 1 automobilista su 3 mentre il restante 22% ha optato per le catene da neve.


Obbligatorie o no?

L’indagine commissionata da Facile.it ha voluto infine indagare il grado di conoscenza degli automobilisti dell’Emilia-Romagna rispetto alle indicazioni di legge in relazione ai dispositivi di sicurezza; alla domanda “Secondo lei è obbligatorio avere in auto le catene da neve o, comunque gli pneumatici invernali/quattro stagioni”, il 96% ha risposto affermativamente.  
Un dato certamente positivo, anche se andando ad indagare più da vicino emerge chiaramente come le opinioni siano differenti e non sempre corrette. Il 35% di chi ha dichiarato che le catene e gomme invernali sono obbligatorie, ha saputo indicare con esattezza il periodo e le condizioni nelle quali è necessario averle. Molto spesso, invece, si ritiene erroneamente che durante l’inverno siano obbligatorie ovunque (56%) o solo quando si viaggia in montagna (11%). Vi è addirittura un 4% che crede che questi dispositivi siano obbligatori tutto l’anno; convinzione errata quando si parla di gomme invernali che, al contrario, vanno sostituite con pneumatici estivi dopo il 15 aprile.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Alla scoperta dei luoghi della fede: il viaggio è anche online

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento