rotate-mobile
social

Perché si regala la mimosa per la Festa della Donna?

La mimosa, tutti la vogliono per l'8 marzo al punto d'essere stata eletta a simbolo della Festa delle donne. Ma per quale ragione? Che cosa si cela dietro a questo odoroso fiore?

Acacia Dealbata o meglio nota come mimosa. Amata, bistrattata, tutti ne desiderano un rametto per l'8 marzo, nonostante alcuni storcano il naso per il suo profumo intenso, altri per l'aspetto poco aggraziato. Per non parlare delle immancabili polemiche sui costi raggiunti da questi mazzolini gialli durante la Festa delle donne. Eppure, in quel giorno, la mimosa diventa il fiore femminile per eccellenza.

Chi e perché l'ha eletta a simbolo della Festa delle donne?

Per scoprirne il motivo, dobbiamo risalire all'8 marzo del 1946 quando, per la prima volta, anche in Italia si è celebrata la Festa delle donne. Le organizzatrici, di origine romana, cercavano un fiore che sbocciasse propri i primi di quel mese e che non fosse particolarmente costoso. Per trovarlo è bastato guardare i campi: a Roma i prati si tingono di giallo, grazie all'abbondante presenza di mimose selvatiche. Da qui la scelta della mimosa.

Perché si regala la mimosa

Tutti i fiori hanno un significato ben preciso, ma cosa simboleggia la mimosa? Perché si regala questa varietà di fiori piuttosto che altre?
La mimosa è una pianta importata in Europa dalla lontana Australia, ma che ha trovato subito un clima ed un terreno ideali per crescere anche nel nostro paese.
Le mimose sbocciano alla fine dell'inverno, spazzando finalmente via il grigio tipico della stagione fredda ed aprendo la strada alla primavera. È dall'8 marzo 1946 che il rametto di mimosa fu associato, per iniziativa della parlamentare comunista Teresa Mattei, alla Giornata Internazionale della Donna.

Nel linguaggio dei fiori il significato della mimosa è legato alla forza e femminilità ma è anche utilizzata per esprimere libertà, autonomia e sensibilità.sono simbolo di forza e femminilità, ecco spiegato il motivo per cui sono stati scelti per rappresentare la Festa della Donna; ma questo non è l'unico motivo: fioriscono anche nel periodo giusto, crescono spontaneamente e sono un fiore economico ed alla portata di tutti.
Volendo trovare un nesso più profondo, potremmo sottolineare che come le mimose riescono a crescere in terreni difficili, anche le donne sono capaci di rialzarsi dopo grandi difficoltà, dimostrando la propria resilienza.

Come mantenere fresche le mimose recise

La pianta di mimosa apprezza molto l’esposizione diretta alla luce del sole, ma ovviamente non è l’arbusto ad essere regalato per la Festa della Donna.
Trattandosi di rametti, la domanda che ci ponete molto spesso è: come conservare le mimose recise?

La mimosa è molto delicata per cui spesso è difficile riuscire a prendersene cura. Ecco alcuni consigli per mantenere fresche le mimose in vaso:

  • eliminare con un coltello le foglie non sane presenti sui rametti per evitare che facciano marcire il mazzo di mimose.
  • inserire le mimose in un vaso d’acqua, immergendo i gambi (2/3cm). Un trucchetto per mantenere le mimose recise a lungo è utilizzare qualche goccia di limone nell’acqua.
  • collocare il vaso lontano dai raggi diretti del sole e prediligere un luogo umido come sale da bagno o cucine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché si regala la mimosa per la Festa della Donna?

RiminiToday è in caricamento