social

Migliaccio, ravioli dolci e palline di cocco, tre tentazioni golose

Vuoi fare bella figura con un dessert goloso? O semplicemente desideri un dolce per iniziare bene la giornata? Ecco tre dolci facili da preparare

Hai poco tempo per cucinare, ma desideri preparare un dolce per dessert o per merenda? Non ti preoccupare: ecco due ricette per dolci facili da leccarsi i baffi che richiedono circa 60 minuti. L’asso nella manica perfetto anche per una dolce colazione o una merenda da preparare per i tuoi bambini.

Se avete 45 minuti di tempo potete preparare i ravioli dolci, se, invece, avete un’ora circa il migliaccio è la scelta un po’ più impegnativa. Mentre se avete a disposizione 10 minuti puoi preparare ghiotte palline al cocco.

Pronti? Iniziamo!

Palline al cocco

Siete pronti per la ricetta più veloce di tutte? 

In soli 10 minuti potete preparare golosissime palline al cocco: ti basta unire zucchero, ricotta e farina di cocco! Ecco le dosi esatte degli

ingredienti (per 3 persone):

  • 90 g di farina di cocco
  • 25 g di zucchero
  • 75 g di ricotta

Preparazione:

In una terrina mescola 60 g di farina di cocco con la ricotta e lo zucchero in modo da ottenere un composto omogeneo. 
In un piatto, metti il resto della farina di cocco. A questo punto forma delle palline e impanale nella farina di cocco rimanente. Puoi usare due cucchiai o le mani (in questo caso inumiditele prima, altrimenti si attaccherà tutto). Infine lasciale riposare in frigo fino al momento di assaporarle.

Ravioli dolci romagnoli

Biscotti di pasta frolla ripieni di marmellata, chiusi a mezzaluna e cotti in forno: ecco i ravioli dolci romagnoli.

Ingredienti per 18 porzioni

Per la pasta frolla

  • 500 g Farina 00
  • 180 g Burro
  • 200 g Zucchero semolato
  • 2 Uova medie
  • 1 Tuorlo
  • 50 ml Latte
  • 2 cucchiaini lievito per dolci

Altri ingredienti

  • 150 g Confettura di ciliegie o mirtilli o quella che si preferisce
  • 1 Albume (quello avanzato)
  • q.b. Latte per spennellare i ravioli
  • q.b. Zucchero a velo

Preparazione

Prendi una ciotola capiente e setaccia la farina con il lievito, aggiungi il burro freddo a dadini e uniscili alla farina sfregando gli ingredienti insieme. Fai un incavo al centro mettendoci la farina e il burro poi aggiungi lo zucchero, il sale, le uova leggermente sbattute e il latte poco per volta, impastando tutti gli ingredienti. Prendi l’impasto ottenuto e avvolgilo in una pellicola conservandolo per 1 ora in frigo.
Prepara le teglie foderate con carta da forno, versa la marmellata in una tazza e frullala con una forchetta per renderla più fluida. Ora stendi la pasta frolla sulla spianatoia poi prendi due fogli di carta da cucina dove stenderai con il mattarello la pasta frolla ad uno spessore non troppo sottile fra due fogli di carta. Con un tagliapasta ricava tanti dischetti, poi reimpasta i ritagli per utilizzarli per i ravioli. Accendi il forno a 180° Spennella l’albume lungo il perimetro di ogni dischetto e metti 1 cucchiaino di marmellata al centro. Sigilla i bordi con delicatezza e metti i ravioli sulle teglie distanziati gli uni dagli altri, inforna una teglia di ravioli dolci alla volta per 15′ circa, Quando i bordi dei ravioli si coloriranno saranno da sfornare e lasciare raffreddare su gratelle. Una volta freddi dopo la cottura puoi anche congelarli a piacere.

Migliaccio di Romagna

Il Migliaccio di Romagna è un dolce invernale, tipico della tradizione contadina. La particolarità di questo dolce è che tra gli ingredienti principali ha il sangue di maiale che va aggiunto a latte, miele, pangrattato, burro, spezie, cioccolata, canditi misti, fichi secchi e mandorle. 

Il migliaccio merita di essere provato e conservato per molte ragioni: la prima, perchè è buono. La seconda, perché è un eccellente ricostituente. La sua ricetta è infatti molto ricca di ferro e di calcio. Può essere un’ottima merenda per i giovani. Un terzo motivo è che è facile da preparare e si conserva molto a lungo, anche mesi, se tenuto al fresco. 

Ingredienti per 10 persone:

  • 1,5 Litri Latte
  • 3 Uova
  • 1-2 Limoni
  • 2 Arance
  • 1 pizzico di Cannella
  • 2 fiale o bustine di Vanillina
  • 125g cacao in polvere
  • 125g cicoccolato fondente
  • 200 Cc Marsala
  • 100 Cc sangue di maiale
  • 200 Cc Saba
  • 100g canditi
  • 150g zucchero
  • 225g farina
  • 150g pane grattuggiato

Per La Pasta Di Base

  • 250 g Farina
  • 150g Cc acqua

Preparazione

Prendi una pentola grande all’interno setaccia il cacao e la farina poi unisci le uova, mescola e aggiungi il latte, sempre mescolando e cercando di non fare grumi. Ti ritroverai con una specie di grande cioccolata. Unisci il marsala e accendi il fuoco. Mentre mescoli aggiungi lo zucchero e il pane. Se noti dei grumi puoi dare una passata con il frullatore ad immersione. Sempre mescolando unisci la saba (sciroppo di mosto d'uva dal sapore dolce agro che è un ingrediente essenziale) il sangue del maiale, per il suo potere ricostituente, e il cioccolato amaro. Continua a mescolare con energia, altrimenti la farina si attacca al fondo della pentola, poi unisci la scorza di arance e limoni che dovranno essere di agricoltura biologica. Quando il migliaccio inizia a bollire aggiungi gli aromi e i canditi e mescola per altri 10 minuti, finchè sentirai l'impasto che comincia ad addensarsi. A questo punto prepara l’impasto lavorando acqua e farina (la cosidetta “pasta matta”) tirandola sottilissima con il mattarello perché serve da involucro. Imburra e infarina le teglie che rivestirai con un foglio sottile di questa pasta. Riempi le teglie di migliaccio. Accendi il forno a 180 gradi e inforna per 50 minuti. Una volta pronto, per evitare di rompere il migliaccio, lascialo raffreddare. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migliaccio, ravioli dolci e palline di cocco, tre tentazioni golose

RiminiToday è in caricamento