Alla scoperta delle meraviglie naturali della Romagna

L'Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità insegna ai ragazzi le ricchezze del nostro territorio: visite guidate e laboratori per conoscere la Valmarecchia e la riserva di Onferno

di Giacomozanni

Imparare a leggere il grande libro della Natura è una conoscenza che accompagna per tutta la vita e come tutti i tipi di apprendimento segue un percorso molto più semplice ed efficace se avviato fin da bambini. Proprio partendo da questa consapevolezza, nasce l’iniziativa delle Aree naturali protette della Romagna dedicata alle scuole.

Questi autentici scrigni di risorse naturali e biodiversità offrono ai giovani studenti lezioni di grande impatto emotivo di sostenibilità ambientale, anche attraverso interessanti iniziative didattiche che coinvolgono i ragazzi in appaganti esperienze educative.

L’Emilia-Romagna è un territorio di grande ricchezza naturalistica sia in termini di quantità che di varietà. Le Aree naturali protette della Romagna sono riunite sotto il coordinamento di un unico soggetto di governo chiamato Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità-Romagna, consentendo così di tutelare il territorio attraverso politiche di area vasta, mettendo accanto alla protezione la valorizzazione delle specificità legate al turismo, alla cultura, all’agricoltura e ai prodotti tipici.

All’interno dell’Ente vi è una istituzione – chiamata Centro di Educazione alla Sostenibilità (CEAS) “Parchi e Biodiversità Romagna – Pietro Zangheri” che si occupa nello specifico di informazione, educazione e formazione sui temi della protezione degli ambienti e della biodiversità, riconosciuto dalla Regione e inserito nel sistema specializzato a rete regionale chiamato INFEAS.

Per promuovere azioni educative che vadano a creare nella società una cultura stabile legata ai valori della sostenibilità, il centro di educazione mette a disposizione appassionati professionisti dell’educazione naturalistica, ambientale e della sostenibilità, pronti ad accogliere e coinvolgere studenti e docenti con metodologie attuali e stimolanti, strumenti tecnici e materiali didattici di grande efficacia, in modo da far conoscere, capire e amare la grande natura romagnola.

Fanno parte del territorio romagnolo amministrato dall’Ente il Parco regionale della Vena del Gesso romagnola, tre Riserve naturali, “Bosco della Frattona”, “Bosco di Scardavilla” e “Onferno”, un Paesaggio naturale e seminaturale protetto, Aree di riequilibrio ecologico e numerosi siti di Rete Natura 2000.

Il programma dettagliato con tutta l’offerta di escursioni si trova sul portale regionale dedicato all’ambiente. Per quanto riguarda la nostra provincia, le zone proposte da scoprire sono l’Oasi naturalistica della Valmarecchia e la riserva naturale di Onferno.

Per l’Oasi della Valmarecchia sono previste delle visite guidate (gratuite per le scolaresche di Torriana) in autunno e primavera e dei laboratori sulle piante officinali, sugli erbari e sulle impronte degli animali. Per la riserva di Onferno sono in programma tutto l’anno visite guidate lungo i sentieri e laboratori sui pipistrelli, su rocce e acqua e sulla biodiversità.


 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
RiminiToday è in caricamento