Al PalaTenda cade l’imbattuta capolista Giardini Margherita

Al PalaTenda cade l’imbattuta capolista Giardini Margherita per 86-69, a causa di una grandissima prestazione dei padroni di casa, capaci di ottenere i due punti grazie ad un’ottima prova di squadra

Che vittoria per il Bellaria. Al PalaTenda cade l’imbattuta capolista Giardini Margherita per 86-69, a causa di una grandissima prestazione dei padroni di casa, capaci di ottenere i due punti grazie ad un’ottima prova di squadra. Per i biancoblu, capaci di mandare ben quattro uomini in doppia cifra, il top scorer è il solito Galassi, il quale chiude a quota 26: molto bene anche Mazzotti e Foiera, con canestri importanti nei momenti decisivi della gara, ma menzione d’onore per capitan Tassinari, che con un polpaccio malandato stringe i denti e ne mette 16, portando in campo tutta la sua grinta e il suo talento. Con questa vittoria, gli uomini di Domeniconi salgono a quota 10, raggiungendo e sorpassando i bolognesi, in attesa del risultato di Forlimpopoli. 

La partita è molto tesa in avvio, lo sprint migliore è bolognese, ma con il gioco da tre punti di Mazzotti e poi Foiera in post, dopo 4’ è 5-8. I padroni di casa trovano punti anche da Galassi e da Tassinari, riavvicinandosi sul -1, per poi impattare a quota 17. Con un colpo di coda sul finire del quarto, i biancoblu chiudono avanti 20-19 dopo il canestro di Foiera. 

Il Bellaria trova coraggio con i punti dei suoi veterani, e con due triple del suo capitano si porta sul 31-23, scavando il primo solco importante della gara. Gli ospiti però reagiscono prontamente e si riportano a contatto sul 33-29: Zaghini è solido sotto canestro, ma i Giardini Margherita adesso sono in palla e superano, prima della risposta di Galassi che fa 37-36. La guardia biancoblu finalmente entra in partita, e con nove punti in fila regala ai suoi il +4, poi il canestro di Mazzotti manda tutti negli spogliatoi sul 46-38. 

Dopo la pausa, i ragazzi di Domeniconi sono carichi, e scappano sul 51-40 con il canestro di Foiera, per poi toccare il +15 con la fuga in contropiede di Tassinari. I bolognesi provano a ricucire, ma Mazzotti da casa sua spada la tripla che chiude il quarto sul 67-52.

Il Bellaria è in palla e colpisce ancora dall’arco, prima Zaghini di tabella e poi Mazzotti, confezionando il +20. Gli ospiti provano a rientrare in partita, la loro difesa a zona crea qualche grattacapo ai bellariesi, e così i Giardini Margherita ne approfittano per tornare sul 75-65. Galassi con cinque punti ricaccia indietro i bolognesi, che però non mollano mai, ma il fade away di Foiera e il jumper di Gori allo scadere dei 24”, conditi da un paio di buone difese, portano i biancoblu sul 84-68. I giochi sono fatti, il Bellaria si aggiudica il big match vincendo 86-69.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento