Sport

Al via Challenge Riccione, 1700 atleti pronti ad invadere la Perla Verde

Caldari: "L'appuntamento rappresenta un momento di riapertura e di ripresa della stagione dei grandi eventi. E’ la pietra miliare da cui ripartire e che apre anche all’internazionalità della Perla Verde"

E’ iniziato il conto alla rovescia per l’edizione 2021 di Challenge Riccione l’evento che tra l’8 e 9 maggio vedrà al via oltre 1700 atleti. A raccontare la due giorni romagnola dedicata al triathlon l’Assessore al turismo, cultura, sport ed eventi Stefano Caldari, il Race Director Alessandro Alessandri e i vincitori delle due passate edizioni, i triathleti Mattia Ceccarelli e Giulio Molinari. “Challenge Riccione rappresenta un momento di riapertura e di ripresa della stagione dei grandi eventi. E’ la pietra miliare da cui ripartire e che apre anche all’internazionalità del Comune di Riccione – le parole dell’Assessore Caldari – l’edizione 2021 di Challenge Riccione sarà l’apripista anche per le manifestazioni in programma nei prossimi mesi”.

L’evento, che rientra tra le gare di interesse nazionale riconosciute dalla Federazione, ha subito alcune modifiche nel rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid. A illustrare gli aspetti tecnici il Race Director Alessandri: “Avevamo voglia di ripartire e abbiamo lavorato molto per garantire la massima sicurezza dei partecipanti, con anche la modifica del percorso e l’arrivo spostato in Piazza San Martino, in cui non sarà presente il pubblico. Gli atleti indosseranno le mascherine fino a pochi istanti prima della partenza e le lasceranno in box appositi. E’ previsto un rolling start con cinque atleti che partiranno ogni dieci secondi. Abbiamo inoltre modificato la zona cambio in linea con quanto previsto dalle normative Covid e saranno posizionate al massimo quattro bici per ogni rastrelliera per evitare assembramenti. E’ stato annullato il pasta party finale, ci sarà la consegna di un lunch box a fine evento, mentre i ristori prevedono bottigliette e barrette chiuse e niente borracce”.

Ad accendere la competizione una lista di ben 45 atleti Pro, con gli atleti di casa Molinari e Ceccarelli che hanno sottolineato come quest’anno sarà ancora più difficile riuscire a ottenere il titolo di “Re di Riccione”. Nonostante la conoscenza del tracciato infatti, i nomi in gara saranno di altissimo livello. Tra i grandi nomi spicca in particolare quello di Sebastian Kienle che partirà con il pettorale n.1 e che torna alle competizioni dopo un inizio anno segnato da problemi al tendine d’Achille. Molinari e Ceccarelli però hanno una strategia. “Con Giulio dovremo affrontare la gara in modo intelligente, cercando di renderla il più dura possibile per gli avversari – dice Ceccarelli – soprattutto insistendo sulle frazioni nuoto e bici, perchè tra gli avversari ce ne sono molti che corrono forte”. “Mi sento pronto dopo la prestazione fatta registrare a Gran Canaria – aggiunge Molinari – la gara sarà di livello altissimo e scommetto che ci sarà da divertirsi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via Challenge Riccione, 1700 atleti pronti ad invadere la Perla Verde

RiminiToday è in caricamento