menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Altra grande vittoria della Rinascita: battuta la San Giobbe Chiusi

La squadra di coach Massimo Bernardi si è imposta col punteggio di 62-56 (17-16, 30-26 e 46-29)

Altra grande vittoria della Rinascita contro una formazione particolarmente forte come San Giobbe Chiusi. La squadra di coach Massimo Bernardi si è imposta col punteggio di 62-56 (17-16, 30-26 e 46-29). La Rinascita conferma i passi in avanti fatti vedere domenica: una difesa solida contro una delle squadre più quotate per il salto di categoria, al netto delle assenze pesanti di cui era gravata, e tanta intensità in entrambe le metà campo. "Questa è la squadra della gente, di tutti, dei riminesi, dei tifosi - afferma il coach -. Sono contento per aver dato una gioia a tutti i nostri tifosi, questa era una partita molto difficile perchè la squadra era forte. Non abbiamo giocato come dico io ancora, dobbiamo fare degli step perchè non siamo riusciti ad avere il ritmo che possiamo avere contro una squadra che si è messa chiaramente ad aspettare i nostri errori: ha fatto per più di 30' una zona molto statica e lì dovevamo riuscire ad avere più energia, non fare in modo che loro si schierassero tutti dentro l'area e fare più contropiede. Non siamo riusciti a farlo e poi dopo diventa difficile quando cominci a sbagliare qualche tiro e vedi che il gioco interno non riesce perchè loro hanno sempre 2-3 giocatori in mezzo l'area. Dobbiamo ancora fare degli step, però la svolta che abbiamo fatto dopo Ozzano prima della partita di San Miniato s'è confermata: a livello difensivo siamo riusciti a riempire l'area, siamo stati soltanto un po' disattenti alla fine con qualche nostro ragazzo che ha lasciato dei tiri con i piedi per terra ai loro tiratori e questo non deve succedere, però direi proprio che la strada è quella buona. Domani i ragazzi avranno un giorno di riposo e poi prepariamo la partita di Cecina che sarà fondamentale perchè abbiamo bisogno di quei due punti per prendere una buona posizione ai playoff".

Le ultime prestazioni sono delle importanti iniezioni di fiducia verso i playoff: "L'importante è pensare a noi ed ai miglioramenti che stiamo facendo ed ancora dobbiamo fare - evidenzia Bernardi -. Lo stato di forma di qualche giocatore ancora da affinare e lo stato di fiducia di qualche ragazzo ancora da migliorare, però la strada è quella giusta. Calcoli non ne facciamo, dobbiamo pensare solo a prendere i due punti domenica poi chiaramente non è nelle nostre mani il destino, ma ci sono tantissimi scontri diretti quindi per forza di cose qualcuno perderà: la nostra posizione plausibile va dal terzo al quinto posto. Dobbiamo assolutamente pensare ad allenarci bene venerdì e sabato e preparare bene la partita di Cecina".

Crow dopo il problema alla schiena ha mostrato sicuramente di stare meglio: "Lo ha dimostrato, è stato molto bravo: si è fatto trovare pronto, ci ha dato canestri da tre punti contro la zona che sono stati delle boccate d'ossigeno. E' chiaro che ancora non sta benissimo, però ogni giorno sarà meglio".

Partita che stenta a decollare nei primi minuti con entrambe le squadre attente in difesa: Mladenov piazza la combo schiacciata-tripla (12-10 al 5'), Bortolin schiaccia anche lui prima che Crow sblocchi la parità (15-12 all'8'). Il secondo quarto parte a ritmi lenti sulla falsariga del primo, poi Rimini cerca di accelerare con due giri in lunetta di Ambrosin e la bomba di Crow che costringono Bassi al timeout (23-16 al 14'). Chiusi risponde con un parziale di 10-0 dove Bortolin e Raffaelli fanno la voce grossa (23-26 al 19'), ma RivieraBanca non si scompone e grazie ai canestri di Rivali e Simoncelli e ad un'altra tripla di Crow va negli spogliatoi in vantaggio (30-26). I biancorossi escono dagli spogliatoi imponendo un ritmo più alto alla partita ed i risultati si vedono: Mladenov segna 8 punti in apertura di terzo quarto e dopo la bomba di Crow c'è il timeout per Chiusi (43-32 al 24'). Rivali firma il massimo vantaggio dalla lunga distanza sul +14, ma gli ospiti non mollano e spinti dalla tripla di Lombardo e dai canestri di Bortolin e Raffaelli riducono il divario sul finire di terzo quarto (46-39). Comincia l'ultimo quarto e Simoncelli sale in cattedra con 5 punti consecutivi (51-39 al 34'), ma Mei e Criconia scaldano la mano da tre punti e si riavvicinano nonostante il gioco da tre punti di capitan Rinaldi (56-52 al 37'). Broglia si guadagna due preziosi giri in lunetta (60-54 al 39'), Mei fa 1/2 ai liberi mentre Rivali non trema sempre dalla linea della carità (62-55 a 55" dalla fine). Il tecnico a Simoncelli manda Berti in lunetta che segna, però sbaglia la tripla successiva e Mladenov controlla il rimbalzo mettendo così in ghiaccio il risultato. Domenica si chiuderà la regulars season con la trasferta a Cecina.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento