rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Altro Riccione

I big del nuoto in vasca a Riccione, gli Assoluti ultimo test prima dei Mondiali di Melbourne

Tutto pronto allo Stadio del Nuoto di Riccione per il Campionato Italiano Assoluto Invernale “Frecciarossa” Fin che si disputa in vasca corta

Tutto pronto allo Stadio del Nuoto di Riccione per il Campionato Italiano Assoluto Invernale “Frecciarossa” Fin che si disputa in vasca corta. Lo staff della Polisportiva Riccione è ancora una volta protagonista delle gare nazionali di nuoto più attese, organizzate con la massima professionalità e con la piena fiducia della Federazione Italiana Nuoto, che ha fatto dell’impianto natatorio della Perla Verde la sua seconda casa.

Nelle corsie dell’impianto di Riccione i campioni Azzurri si giocheranno l’accesso ai Mondiali di Melbourne, in Australia, dal 13 al 18 dicembre prossimi. Obiettivo: battere i tempi limite fissati dalla Federazione Italiana Nuoto. Insieme ai big, anche tantissimi altri atleti: per la precisione 458 (239 maschi e 219 femmine) saranno quelli che prenderanno parte alle gare in programma giovedì 10 e venerdì 11 novembre. Saranno 117 invece le società presenti, con ben 1.049 presenze gara. Numeri di assoluto rilievo, anche senza le staffette. L’impianto natatorio rimarrà chiuso al pubblico da mercoledì 9 a venerdì 11 novembre e riaprirà regolarmente sabato 12.

Si parte giovedì alle 9.40-11.45 e pomeriggio 16.15-19.15, mentre venerdì alle 10-11.50 il mattino e 16.00-19.00 il pomeriggio in diretta su Raisport HD con il commento di Tommaso Mecarozzi e Luca Sacchi, zona mista con Elisabetta Caporale. Sono qualficati per la prova iridata tutti i medagliati del mondiali di Budapest, i campioni europei di Roma e gli atleti che sono scesi sotto i tempi limite della tabella federale.

Ultime scelte per il direttore tecnico Cesare Butini prima della stesura definitiva delle convocazioni per l'Australia: "Questo campionato lo possiamo definire di medio termine, sarà importante per le qualificazioni al mondiale in vasca corta del prossimo dicembre. Sottolineo che siamo condizionati dalla data perchè non siamo abituati ad avere una condizione prestativa di livello già in questo periodo. Però siamo stati costretti dalla federazione internazionale vista la compressione eccessiva in un anno particolare e denso di impegni agonistici. Naturalmente la prova è riservata a quella nicchia di atleti che potrebbero avere qualche chances di andare al mondiale. Però finora ho visto, in relazione ai risultati della coppa del mondo e del trofeo Nico Sapio, che gli atleti sono in buona condizione un po' quasi come un abbrivio dei grandi risultati ottenuti nel corso dell'anno".

E prosegue: "Sarà un campionato orfano di Gregorio Paltrinieri che sarà impegnato negli eventi internazionali di open water e comunque vedremo solo parzialmente le stelle Thomas Ceccon e Nicolò Martinenghi, reduci dal tour de force della coppa del mondo. Ci aspettiamo delle ottime prestazioni soprattutto da quelli che hanno messo nel mirino i mondiali in vasca corta, che ora ci è più amica rispetto a qualche tempo fa. Ormai i tecnici hanno colmato questa lacuna affinando la tecnica di nuotata dei propri atleti e ottimizzandola per le gare da 25 metri (partenze, virate su tutte). Il mondiale di Melbourne non sarà l'obiettivo principale della stagione, ma sarà una tappa funzionale nel prosieguo della stagione che finalmente avrà i classici crismi del calendario internazionale con una prova iridata posizionata in estate e che ci darà modo di sviluppare i programmi e la preparazione abituale. Al mondiale quindi dovremmo dare prova di consolidamento delle potenzialità espresse già nel corso di questi ultimi anni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I big del nuoto in vasca a Riccione, gli Assoluti ultimo test prima dei Mondiali di Melbourne

RiminiToday è in caricamento