rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Altro Misano Adriatico

Buona la prima per la Misano Marathon: quasi 1000 atleti in gara nel ricordo di Marco Simoncelli

A officiare le premiazioni anche il papà di Marco Simoncelli, al quale è stato devoluto l’intero incasso della Junior Run da devolvere alla fondazione intitolata a suo figlio

Miglior “prima” non ci poteva essere. La Misano Marathon entra a vele spiegate nel panorama italiano delle 42,195 km con un’edizione straordinaria: quasi mille atleti hanno preso il via in contemporanea all’interno del circuito motoristico intitolato al compianto Marco Simoncelli, colorando le varie curve solitamente solcate dalle moto di mille sfumature. I 4.260 metri del circuito sono diventati teatro di sfide appassionanti fra podisti, suddivisi in quattro distanze con atleti provenienti da tutta Italia e non solo. Il sole ha reso la temperatura un po’ più mite favorendo l’avventura dei corridori.

La gara più lunga, la 58 km, ha visto Matteo Lucchese, specialista delle ultra, aggiudicarsi la gara in 3h41’31” dopo una prova vissuta senza eccessivi patemi. Alle spalle del corridore dell’Atl.Avis Castel San Pietro solo Alessio Filippo Francesco Gazzo (Pol.Thema Energia) è riuscito a completare la gara sotto le 4 ore, in in 3h54’04”. Terzo gradino del podio per Alessio Grillini (Liferunner) in 4h09’18”. Da notare la quinta piazza di Giorgio Calcaterra (Calcaterra Sport), l’ex iridato della 100 Km che ha chiuso in 4h16’12”.

Fra le donne vittoria per Eleonora Rachele Corradini (Grottini Team Recanati) in 4h28’05” davanti a Silvia Torricelli (Tricolore Sport Marathon/4h40’54”) e Samantha Graffiedi (Sp Seven/4h55’21”). Nella maratona successo per Riccardo Vanetti (Pod.Pontelungo Bologna) che in 2h29’55” ha nettamente avuto la meglio su Luigi Pecora (Liferunner/2h45’19”) e Paolo La Placa (Maratoneti Cittadellesi/2h46’00”), quarta piazza per l’ex azzurro Alberico Di Cecco ((Vini Fantini) in 2h51’55”.

In campo femminile si allunga la lista delle città conquistate dall’ex tricolore Federica Moroni (Gs Gabbi) che in 2h52’20” non è mai stata insidiata per il successo. A farle compagnia sul podio la rumena Liliana Virlan (Running Team Mestre) in 3h25’043” e Elena Donati (Rimini Marathon) in 3h50’43”. Distacchi più contenuti nella mezza con Jacopo Boscarini (Atl.Grosseto Banca Tema) che in 1h09’30” ha prevalso per 42” su Enrico Bartolotti (Liferunner) e per 1’04” su Giusto Simone (Atl.Avis Castel San Pietro). Quarto e clamorosamente fuori dal podio in 1h13’19” il marocchino Ismail El Haissoufi (Atl.Rimini Nord) plurivincitore sulla distanza nel 2022. A Sonia Del Carlo (La Fratellanza 1874) la gara femminile in 1h27’10”, alle sue spalle Barbara Cimarrusti (Grottini Team Recanati) a 6’35” e Licia Piccinini (Dinamo Sport) a 7’28”.

A officiare le premiazioni anche il papà di Marco Simoncelli, al quale è stato devoluto l’intero incasso della Junior Run da devolvere alla fondazione intitolata a suo figlio. Il Club Super Marathon Italia, organizzatore dell’evento che va a inserirsi nella lunga lista di manifestazioni allestite durante l’anno, ha festeggiato nel migliore dei modi dopo che il giorno prima si era svolta l’assemblea nazionale dei soci, con oltre 300 tesserati. Ma i lavori non s’interrompono e già la mente è proiettata verso il prossimo appuntamento, la Fano Supermarathon del 5 marzo.

Podio maratona femminile

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buona la prima per la Misano Marathon: quasi 1000 atleti in gara nel ricordo di Marco Simoncelli

RiminiToday è in caricamento