rotate-mobile
Altro

Calcio a 5, serie A2: Virtus Romagna e San Marino non si fanno male, il derby finisce pari

Il commento di Insinna: "Entrambe le squadre hanno lottato per la vittoria e penso che il pareggio sia un risultato giusto"

Il girone di andata della Virtus Romagna si chiude con un pareggio casalingo contro San Marino, al termine
di un derby degno di questo nome, combattutissimo, aperto e che ha visto ancora una volta le padrone di casa
sprecare incredibilmente delle ghiottissime occasioni. E quest’ultima considerazione è sicuramente quella che preoccupa di più in casa Virtus. Più del pareggio, più di una vittoria che non arriva da ormai tre partite, più della sfortuna che sembra continuare ad accanirsi sulla rosa virtussina. Certo, a questo pareggio ci sono diversi asterischi da porre: Mencaccini e Faccani recuperano in extremis e, con un solo allenamento nelle gambe, giocano tutta la partita, ma ovviamente non sono al meglio; inoltre, durante il match prima Berti è costretta ad uscire anticipatamente per infortunio e poi De Oliveira si ferma per crampi, provando poi a tornare in campo e ad arrivare fino al triplice fischio.

Ma nonostante tutto ciò, gli errori sotto porta sono tutti da matita blu, specialmente poi quelli di Mencaccini,
Insinna e Giuva nella ripresa, che hanno visto le virtussine sbagliare a pochi passi dalla porta con tutto lo
specchio della stessa ostacolato da nulla se non dal portiere in uscita disperata. Il gol del 2-2 definitivo la
Virtus lo agguanta soltanto nei secondi finali del match, riuscendo almeno ad assicurarsi un punto da una
partita che altrimenti sarebbe stata incredibilmente beffarda.

E pensare che ad iniziare meglio sono proprio le giocatrici di Imbriani che, dopo pochi minuti, trovano su
schema da corner la deviazione fortunosa di Taioli preoccupata dalla presenza alle spalle di Guidi. Il
vantaggio però dura giusto pochi minuti: il gol del pari è merito di Comandini che supera Faccani con un
colpo di testa su ribattuta scaturita da un tiro da fuori che il portiere virtussino non è riuscito a bloccare in un
unico tempo.

La ripresa è molto più scoppiettante della prima frazione. La Virtus prova in tutti i modi ad impattare il
match sprecando tante chance, ma questo apre spazi che il San Marino cerca di sfruttare per chiudere
l’incontro. Il gol di Falcioni a 55 secondi dal triplice fischio fa scoppiare di gioia la Virtus, che gioca inoltre
gli ultimi 35 secondi della sfida in superiorità numerica. Mencaccini ci prova ad un pugno di di istanti dalla
fine con un tiro da fuori, ma anche questa volta la poca precisione non premia le padrone di casa con il
pallone che esce di un soffio.

Al termine del match parla Insinna, autrice di una grande prestazione e protagonista in diverse occasioni
occasioni molto pericolose. "Come sicuramente per tante altre squadre, il periodo è delicato. Ogni settimana
il numero delle assenze è alto e gli allenamenti sono minati da questo, nonostante siano organizzati nel
migliore dei modi dalla coach. Entrambe le squadre hanno lottato per la vittoria e penso che il pareggio
sia un risultato giusto. Personalmente sono felice della fiducia che mi è stata data in questo match: sto
lavorando molto sui miei difetti per poter crescere e migliorare".
 

FEMMINILE VIRTUS ROMAGNA 2
SAN MARINO ACADEMY 2

VIRTUS: Faccani, Mencaccini, Berti, Falcioni, Giuva, De Oliveira, Guidi, Insinna, Maraldi, Monaco,
Sabetti. All.: Imbriani.
SAN MARINO: Giorgi, Taioli, Lanzarotti, Comandini, Dulbecco, Giudice, Turnone, Cabrera, Cardillo,
Giardina, D’Orazio, Severino. All.: Pini.
ARBITRI: Sodano di Bologna, La Torre di Lugo di Romagna. CRONO: Giliberti di Forlì.
RETI: 9’ pt aut. Taioli, 12’ pt Comandini, 20’ pt Giudice, 19’ st Falcioni.
AMMONITI: Pini, Turnone.
ESPULSA: 20’ st Turnone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio a 5, serie A2: Virtus Romagna e San Marino non si fanno male, il derby finisce pari

RiminiToday è in caricamento