rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Altro Riccione

Tornano i campionati italiani di Salvamento, previsto l’arrivo di 500 atleti

Un appuntamento che si rinnova da anni nella Perla Verde, dove la pratica del salvamento è ampiamente praticata ai fini dell’accoglienza turistica

Inaugurano, venerdì 24 maggio, allo Stadio del Nuoto di Riccione i Campionati Italiani di Salvamento, con l’arrivo di 500 atleti, per una previsione di 1.500 presenze fino al 30 maggio: 8 giornate intense fra riscaldamenti e competizioni in piscina e in spiaggia. Le gare in programma sono organizzate dalla Sezione Salvamento Settore Agonistico della Federazione Italiana Nuoto con la collaborazione di Polisportiva Riccione e del Comune di Riccione: un appuntamento che si rinnova da anni nella Perla Verde, dove la pratica del salvamento è ampiamente praticata ai fini dell’accoglienza turistica.

Si parte con il Campionato Italiano Assoluto Primaverile Lifesaving, fino al 26 maggio e Grand Prix Es. A, con 3 giornate così suddivise: le prime due saranno dedicate alle gare del programma mondiale mentre la mattina del terzo giorno esclusivamente alle Gare Sprint e al Misto Litesaver. Sono previste prove singole a batterie con eliminatorie, finale Youth e finale A, cui si aggiungono le gare sprint, le staffette e la nuova gara ILS Misto Lifesaver, tutte in programma allo Stadio del Nuoto.

Dal 27 al 28 maggio si prosegue con il Campionato Italiano Surflifesaving Assoluto Prove Oceaniche, nello specchio d’acqua antistante la spiaggia numero 7 (in prossimità della colonia Mater Dei) che prevede diverse tipologie di prove tra cui sprint sulla spiaggia, gara nel frangente, gara con la tavola, bandierine sulla spiaggia, Oceanman e Oceanwoman, gara con la canoa, staffette. Dal 29 al 30 maggio, in spiaggia, si conclude con il Campionato Italiano di Categoria Surflifesaving.

Il Nuoto per salvamento appartiene alle specialità acquatiche patrocinate dalla Fin ed è estremamente importante per la pratica del nuoto in acque libere e in piscine, perché è volto ad addestrare al salvamento e al pronto soccorso degli asfittici per prevenire gli annegamenti: le prove consistono nel simulare le varie condizioni di salvataggio in acqua, utilizzando manichini e ostacoli per rendere le competizioni il più veritiero possibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornano i campionati italiani di Salvamento, previsto l’arrivo di 500 atleti

RiminiToday è in caricamento