rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Altro

Vent'anni di imprese e successi. Castel Sismondo si colora di bianco rosso in onore del Rimini Rugby

Il rugby torna in piazza con proiezioni luminose, una raccolta fondi per i bambini dell’Arop e tanti progetti per celebrare due decenni di palla ovale a Rimini

Buon compleanno Rimini Rugby. La società del rugby riminese compie 20 anni e vuole dirlo a tutti, dalle mura del castello. Venerdì 11 e sabato 12 marzo, dalle 17,30 a mezzanotte, il torrione di Castel Sismondo si illuminerà di biancorosso e il logo con la palla ovale, simbolo del rugby riminese, torreggerà sul centro storico. Rimini Rugby condivide la gioia di una ricorrenza importante: quella di una scommessa che vent’anni fa portò a Rimini la palla ovale.

Fu Rocco Benedetto insieme ad altri rugbisti come Lando Cosi, Sergio Beccatini, Gianluca Artioli ed Enzo Pironi, a fondare la società nel 2002. Animati da passione e perseveranza, i cinque portarono a Rimini uno sport fino a quel momento semisconosciuto. Da allora Rimini Rugby è una realtà solida per sportivi e per le sempre più numerose famiglie che scelgono uno sport irresistibile per bambini, bambine e giovani per i suoi valori, solidarietà e sostegno. Riminirugby fa parte della Fir (Federazione Italiana Rugby) e della franchigia Rfc Romagna.

Al rugby ci si iscrivere già dai 5 anni. Dal gioco insieme può nascere una passione per la vita che attrae ugualmente ragazzi e ragazze. Infatti, dalle file di RiminiRugby sono nati atleti che ora militano nella serie regina e nella stessa squadra senior femminile, quella delle “Pellerossa”, giocano rugbiste che vestono la maglia della Nazionale Italiana.

Il sostegno non manca neppure per quanto riguarda l’attenzione al territorio. Rocco Benedetto, ora  presidente onorario, è anche instancabile promotore di iniziative benefiche. Sta partendo “In meta con Arop” una singolare raccolta fondi rivolta ai negozianti di Rimini in favore di Arop, l’associazione riminese che si occupa di dare ospitalità e assistenza alle famiglie dei piccoli pazienti oncologici dell’Ospedale Infermi. I negozianti interessati avranno a disposizione una magnifica Lambretta vintage originale: per una settimana la loro vetrina dirà a tutti i clienti che quell’attività sta aiutando bambini in difficoltà.   

Non si fermano i progetti di Rimini Rugby, il giovanissimo neoeletto presidente Andrea Bugli proseguirà sulla linea del predecessore Paolo Rambaldi: in programma tornei nazionali e internazionali, come il torneo “6 spiagge” per giocare sulla sabbia della Romagna, Inoltre si porterà il format Rugby in Piazza nelle città dell’Emilia Romagna e persino in Francia: l’intenzione è quella di giocare a Parigi, sotto la Torre Eiffel!

Per ora il Rugby torna in piazza, in forma virtuale, sulle mura del castello. Se nelle serate di venerdì e sabato la palla ovale brillerà nella notte, non si ci può sbagliare: è il segnale luminoso per chiamare i supereroi, cioè i ragazzi e ragazze, che vogliono diventare parte del favoloso mondo di Rimin Rugby.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vent'anni di imprese e successi. Castel Sismondo si colora di bianco rosso in onore del Rimini Rugby

RiminiToday è in caricamento