rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Motociclismo / Misano Adriatico

Il Misano Civ Classic Weekend celebra la leggenda di Agostini: "Due giorni molto belli"

Sono stati organizzati incontri, parate e mostre che hanno davvero soddisfatto il numeroso pubblico presente

Eventi, passione, ricordi, passato, presente e futuro. Quello del Misano Civ Classic Weekend è stato un weekend denso di emozioni, che rimaranno impresse nei ricordi di chi l’ha vissuto. Con questo grande appuntamento, la Federazione Motociclistica Italiana celebra gli 80 anni di Giacomo Agostini, promuovendp la cultura del motociclismo. A tal fine, sono stati organizzati incontri, parate e mostre che hanno davvero soddisfatto il numeroso pubblico presente.

"La Federazione Motociclistica Italiana mi ha riempito di gioia facendomi vivere ore che mi hanno reso felice e riconoscente - dice "Ago" -. Ho visto video e foto, in alcuni casi anche di momenti dimenticati, che mi hanno emozionato particolarmente facendomi rivivere intensamente l’epoca dei miei successi e la mia lunga carriera. E’ stata una giornata meravigliosa quindi non posso che ringraziare tutta la Federazione e coloro che hanno lavorato al Misano Civ Classic Weekend”.

Il Misano Civ Classic Weekend celebra Giacomo Agostini (foto di Marzio Bondi)

"Siamo stati onorati della presenza di Giacomo Agostini - spiega il presidente della Fmi, Giovanni Copioli -. Abbiamo celebrato i suoi 80 anni e la cultura del motociclismo italiano in un contesto che vede protagonisti il Misano Civ Classic e il Registro Storico. Abbiamo toccato con mano quanta passione esista intorno al motociclismo e per questi campioni che ancora oggi muovono e fanno sognare tante persone. Come Fmi, con il nostro Registro Storico cerchiamo di valorizzare questo patrimonio. A mio avviso ci stiamo riuscendo; l’obiettivo è ripetere questo tipo di eventi per continuare a soddisfare i nostri Moto Club e Tesserati".

Il sabato si è aperto con la parata in pista di Agostini (in sella alla MV Agusta 3 cilindri 500 GP che lo ha reso celebre) e del presidente Fmi Giovanni Copioli (al manubrio di una MV Agusta Superveloce Ago) seguiti lungo il tracciato dal vice presidente FMI Rocco Lopardo e da alcuni collezionisti. Tolte le tute, ecco la presentazione del libro realizzato per i 35 anni del Registro Storico FMI: “Metalli Preziosi”, opera scritta da Giulio Gori, Massimo Clarke e Marco Masetti in cui vengono illustrati 65 capolavori dell’ingegneria italiana che hanno influito sulla tecnica del motociclismo divenendo inoltre dei simboli della società italiana.

Insieme alla meccanica, l’opera propone un excursus per decenni della vita nel nostro Paese, in modo che il lettore possa contestualizzare i periodi storici di riferimento. Altra presentazione, quella del libro “50 anni di corse”, dedicato alla storia del Misano World Circuit. Poi Agostini, sollecitato dal giornalista Carlo Canzano, ha ripercorso la sua carriera tra aneddoti e ricordi inediti. Particolare curiosità ha destato la ricerca di Davide Bagnaresi, che ha portato alla riscoperta di documenti su Giacomo Agostini divo degli anni ’60 e ’70: fotoromanzi, pubblicità, figurine, fumetti e locandine di film in cui Ago ha recitato. A margine dell’evento, riconoscimenti Fmi sono stati consegnati ai collezionisti e agli Esaminatori del Registro Storico che hanno portato in pista i loro modelli. Poi l’atteso appuntamento con la gara in notturna del Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance.

La parata di chiusura di un grande evento come è stato il Misano CIV Classic Weekend ha visto percorrere il nastro di asfalto del circuito il Presidente FMI Giovanni Copioli (su MV Agusta Superveloce Ago), Giacomo Agostini (su MV Agusta 3 cilindri 500 GP), il Vice Presidente FMI Rocco Lopardo e decine di motociclisti. I partecipanti hanno regalato un colpo d’occhio stupefacente e hanno vissuto l’emozione di sfilare accanto al 15 volte Campione del Mondo: un’occasione unica per loro. Presenti tra gli altri, al secondo giorno di Misano CIV Classic Weekend, piloti del calibro di Marco Lucchinelli e Michele Pirro.

La mattinata si era aperta con l’incontro riservato agli Esaminatori del Registro Storico FMI, personale con competenze specifiche in tema di moto d’epoca. Durante la riunione è stato presentato il nuovo sito del Registro Storico FMI (registrostorico.federmoto.it), studiato per offrire una migliore esperienza all’utente nella fruizione degli appositi servizi. Successivamente hanno avuto luogo conferenze di indubbio spessore culturale: alle 11 e alle 12 si sono tenute rispettivamente le presentazioni dei libri "Manuel Poggiali", scritto da Massimo Rastelli e Davide Bagnaresi, e l’autobiografia "Il Privato". Il primo racconta la storia, i successi e le vicende umane del due volte Campione del Mondo; nel secondo Jon Ekerold - presente a Misano – ripercorre la sua incredibile vita e ricorda come ha vinto nel 1980 il Mondiale nella classe 350 con una moto privata: l'italiana Bimota. Quest’ultima presentazione è stata introdotta da un video tratto dall’Archivio Storico FMI.

Grande curiosità ha suscitato la presentazione della moto Beccaria, un esemplare unico scoperto dall’Esaminatore Fiorello Formichetti il quale, venuto in possesso di una moto che sembrava essere un modello Ancora, l’ha analizzata e ha verificato trattarsi di una Moto Beccaria 350. Durante il weekend molti visitatori hanno ammirato le esposizioni “Giacomo Agostini: le moto iridate” e “Capolavori dell’ingegneria motociclistica italiana”.

Molto emozionanti le sfide in pista. Il Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance ha regalato spettacolo nelle gare del weekend, rispettivamente di 90 e 60 minuti. Discorso valido anche per le categorie del CIV Classic, appartenenti al Gruppo 4 e Gruppo 5, impegnate sul tracciato di Misano. 

“Il Misano CIV Classic Weekend è stato un evento davvero entusiasmante. E’ stato un piacere avere con noi un grande campione e amico come Giacomo Agostini e poter scendere in pista con lui per una parata - si sofferma Copioli -. Lo ringrazio di cuore per come si è dedicato alla Federazione Motociclistica Italiana in un appuntamento che credo sia stato particolarmente apprezzato dagli appassionati. Entrare in pista con Ago fa vivere sensazioni uniche e non nascondo che all’inizio ero emozionato, poi girando mi sono trovato sempre più a mio agio, anche se -scherza Copioli - Giacomo spariva dalla visuale e per questo credo si prenderà qualche rimprovero dal Direttore di Gara”.

“Sono stato davvero felice di aver partecipato al Misano CIV Classic Weekend. Ho accettato molto volentieri l’invito del presidente Copioli e ho vissuto due giorni intensi, ricchi di eventi e molto belli. Ho girato con la mia MV, mi sono divertito e il pubblico era numeroso, quindi è stato un weekend stupendo. E poi – scherza Agostini  – il presidente ha avuto addirittura il coraggio di sorpassarmi in curva”.

Conclude Rocco Lopardo, Coordinatore Commissione Registro Storico: “Questo fantastico Misano CIV Classic Weekend ha rappresentato per il Registro Storico FMI una impareggiabile occasione di diffusione della cultura motociclistica italiana. Abbiamo organizzato eventi, conferenze e mostre che, a mio parere, hanno centrato pienamente questo obiettivo e sono stati apprezzati da tutti: partecipanti, addetti ai lavori e appassionati. Mi preme ricordare che lo scopo del Registro Storico è la promozione del nostro patrimonio: con il Misano CIV Classic Weekend e con la realizzazione di altri importanti eventi puntiamo sempre a raggiungere questo traguardo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Misano Civ Classic Weekend celebra la leggenda di Agostini: "Due giorni molto belli"

RiminiToday è in caricamento