rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
MotoGp

MotoGp, Bastianini piega Bagnaia all'ultimo giro: "E' un sogno". Quartararo ko: mondiale riaperto

Un remake di Misano a parti invertite. La gara ha visto subito un brivido, con Fabio Quartararo a finire contro la Repsol Honda di Marc Marquez

Enea Bastianini cala il poker. Al Motorland di Aragon il portacolori del team Gresini ha conquistato il quarto successo stagionale dopo Losail, Austin e Le Mans, precedendo di appena 42 millesimi "Pecco" Bagnaia. Un remake di Misano a parti invertite, con il pilota riminese ad interrompere il filotto di quattro vittorie consecutive del torinese in rosso. La gara ha visto subito un brivido, con Fabio Quartararo a finire contro la Repsol Honda di Marc Marquez, imbarcatosi poco davanti: la Yamaha del campione del mondo è ruzzolata a terra e per il francese è arrivato uno zero pesantissimo in chiave campionato. Poche centinaia di metri più tardi Marquez, con la moto danneggiata ed un pezzo della Yamaha numero 21 nel posteriore, è venuto a collisione con la Honda del team Lcr di Takaaki Nakagami, col giapponese a scivolare sull'asfalto, evitando dal gruppo. Abrasioni per Quartararo e Nagakami, tanta paura, ma pronti a tornare in pista già domenica prossima a Motegi, dove si correrà il Gran Premio del Giappone. 

Brividi alle spalle, Bagnaia e Bastianini sono stati autori di uno splendido duello a suon di giri veloci. Prima, però, la "Bestia" si è dovuto sbarazzare della rossa di Jack Miller e della Ktm Brad Binder, partito a razzo e occupando temporaneamente il secondo posto. Al giro numero 8 Bastianini ha attaccato Bagnaia, ma poi ha commesso un errore che lo ha fatto tornare al secondo posto. Poi è partito un botta e risposta cronometrico, che la "Bestia" ha deciso di risolvere a suo favore con un attacco all'ultimo giro. Bastianini vince e si porta a 48 punti dalla vetta della classifica, mentre Bagnaia si accontenta del secondo posto, ma ora è a soli 10 punti da Quartararo. L'uno-due dei futuri compagni di squadra regala alla Ducati il titolo Costruttori, il terzo consecutivo. A salire sul podio, come a Misano, anche l'Aprilia, con Aleix Espargaro, anche lui in piena lotta per il titolo, a -17 da Quartararo. "La gara è stata molto bella - sono le prime parole di Bastianini -. In partenza ho avuto un contatto con Aleix, e dopo recuperare la posizione è stato davvero difficile. Ho poi commesso qualche errore, ma alla fine ho ripreso "Pecco" e questa volta all'ultimo giro avevo la possibilità di attaccare e portare a casa la vittoria. Rispetto a Misano, dove non sono stato perfetto, sono entrato deciso. E' un sogno per me, dopo la pausa estiva sono tornato ad aver al 100% la fiducia sulla moto". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MotoGp, Bastianini piega Bagnaia all'ultimo giro: "E' un sogno". Quartararo ko: mondiale riaperto

RiminiToday è in caricamento