rotate-mobile
Altro

Bastianini stella di Austin, la Bestia torna leader del Motomondiale

Il pilota del team Gresini si impone sul Circuito delle Americhe in sella alla sua Ducati e torna a guidare la classifica iridata della MotoGp

E' Enea Bastianini, sulla Ducati del Team Greini, a mettere la firma sul quarto atto del Motomondiale. La Bestia vince ad Austin, in Texas, domando il Circuito delle Americhe tornando a comandare la classifica iridata. Per il pilote riminese una gara simile a quella vinta a Lusail: usando testa e gas, e sfruttando la potenza della rossa di Borgo Panigale, ha tagliato il traguardo beffando la Suzuki di Rins e la Ducati ufficiale di Miller. Al semaforo verde Bastianini parte guardingo per evitare la bagarre delle prime curve e, nella seconda parte, ingrana la marcia superando Miller e andando a tagliare in solitaria il traguardo. Trionfo che lo riporta anche in vetta al mondiale: ora ha 5 punti di vantaggio su Alex Rins, 2° in grande rimonta con una Suzuki molto equilibrata che gli consente di strappare la piazza d'onore proprio all'ultimo giro, relegando al terzo gradino del podio Jack Miller, leader della gara per tre quarti della corsa, ma calato nel finale. Ai piedi del podio Joan Mir, a conferma che queste Suzuki, che non vengono più sverniciate sul dritto dalla Ducati e sono molto omogenee nel rendimento, sono agguerrite e possono dire la loro in chiave iridata. Quinto Bagnaia, non proprio spumeggiante sulla sua Ducati, ma migliore delle altre due Desmosedici Pramac, di Jorge Martin e Johann Zarco, che chiudono, rispettivamente all'8° e 9° posto dopo un avvio di gara che pareva più promettente. "La prima parte della gara è stata davvero dura - ha spiegato Bastianini - perchè Miller ha imposto un passo molto veloce però, poi, vero la metà ho visto che Rins era vicino e che cercava più volte di superarmi. Allora mi sono detto che era il momento di spingere anche perchè la temperatura della gomma anteriore era molto alta. Alla fine ho spinto tantissimo, fino in fondo. E' incredibile vincere in America, su una pista fantastia. E adesso è il momento di andarmi a fare un hamburger".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bastianini stella di Austin, la Bestia torna leader del Motomondiale

RiminiToday è in caricamento