rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
MotoGp

MotoGp già sul 2023, Bastianini veste il rosso: "Avere Pecco accanto è uno stimolo". Bez vola con la Gp22

Il martedì di test ha visto l'acuto della Ducati del team VR46 di Luca Marini, a precedere l'Aprilia di Maverick Vinales e l'altra Ducati del riminese Marco Bezzecchi

La MotoGp ha subito archiviato il 2022, entrando ufficialmente nel 2023 con la prima sessione di test invernali sul tracciato "Ricardo Tormo" di Valencia. A soli due giorni dalla fine del campionato, che ha visto Pecco Bagnaia e Ducati salire sul tetto del mondo con la conquista del titolo mondiale piloti, i bolidi della classe regina sono stati impegnati nelle prime otto ore di collaudo in vista dei prossimi test ufficiali, che si svolgeranno dal 10 al 12 febbraio 2023 sul Sepang International Circuit in Malesia

Il test di Valencia ha rappresentato la prima occasione per vedere Enea Bastianini nelle vesti di pilota ufficiale: conclusa la stagione 2022 al terzo posto in classifica con all’attivo quattro vittorie e sei podi ottenuti con la Desmosedici GP del team Gresini Racing, il pilota riminese ha dato ufficialmente inizio alla sua nuova avventura con la squadra factory di Ducati, nella quale affiancherà Bagnaia il prossimo anno. Dopo un primo “shakedown” effettuato dal tester Michele Pirro, Enea ha infine potuto provare la Desmosedici GP rossa per poi iniziare a testare nuovi componenti e provare diverse configurazioni di setup.

Sia Bastianini che Bagnaia hanno potuto provare la moto in configurazione 2023, oltre ad alcune nuove proposte aerodinamiche sviluppate dagli ingegneri di Borgo Panigale. Con un totale di 54 giri e un miglior tempo in 1:30.592 "La Bestia" ha chiuso la giornata in 10° posizione, con brivido di un'innocua scivolata. "Sono davvero felice di come è andata questa prima giornata all’interno della mia nuova squadra - parla il campione del mondo Moto2 del 2020 -. Vestire i colori del Ducati Lenovo Team è un sogno che si avvera. Il test è servito principalmente per iniziare a conoscere la mia squadra ed ambientarmi all’interno della nuova struttura. Ho un nuovo capo tecnico e solo l’elettronico è lo stesso che avevo nel team Gresini".

"È stata una prima presa di contatto positiva e il clima all’interno del box mi è piaciuto - prosegue Enea -. Peccato solo per una piccola caduta avuta nell’ultima run per colpa di una buca. Ho provato la moto nuova che è molto simile a quella che ho guidato in questa stagione, ma più stabile. Inoltre ho provato delle nuove soluzioni aerodinamiche. I riscontri sono stati positivi, ma ora bisognerà girare anche su altre piste per avere le idee più chiare. Mi sono confrontato anche con Pecco: avere il Campione del Mondo come compagno di squadra è davvero un stimolo grande per me".

Il martedì di test ha visto l'acuto della Ducati del team VR46 di Luca Marini, a precedere l'Aprilia di Maverick Vinales e l'altra Ducati del riminese Marco Bezzecchi. Sia Marini che Bezzecchi sono scesi pista con le Ducati Desmosedici GP22. Buone le sensazioni per il "Bez", autore del crono di 1.30.262 scattato al 62esimo dei 78 giri totalizzati. "Sono contento, non mi aspettavo il terzo tempo - esclama il Bez -. La moto nuova mi piace, non sono ancora esattamente quali siano le differenze, ma una cosa sicuramente la posso dire. Lo step in frenata è significativo: sono sceso in pista, senza fare alcuna modifica, e ho risolto subito tutti i problemi avuti durante il weekend. Anche a livello di motore, ho buone sensazioni, ma ovviamente ci sono tanti aspetti su cui dobbiamo lavorare. Senza alcun dubbio è una moto competitiva. Lavoriamo al meglio, soprattutto dal punto di vista fisico, durante la pausa e torniamo carichi a Sepang".

 
  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MotoGp già sul 2023, Bastianini veste il rosso: "Avere Pecco accanto è uno stimolo". Bez vola con la Gp22

RiminiToday è in caricamento