Baseball, Rimini perde nettamente: contro Bologna si va a Gara 5

Chi vincerà sabato si qualificherà alla Finale Scudetto 2017 dove sfiderà la T&A San Marino, che ha sconfitto con un netto 3-0 il Nettuno City del manager D’Auria

Il Rimini Baseball perde malamente gara4 agli extrainning per 8-4 contro l’UnipolSai Bologna che così impatta la serie sul 2-2. E’ stata una partita carica di tensione visto l’altissima posta in palio dove Rimini sicuramente può recriminare per non aver saputo concretizzare con più incisività nella prima metà di gara. Gli uomini di Ceccaroli hanno segnato un punticino ad inning nelle prime 4 riprese sul partente bolognese Pizziconi e sul rilievo Crepaldi, ma dal sesto inning in avanti la formazione ospite ha avuto l’inerzia dell’incontro grazie al fuoricampo da due punti di Garcia che ha accorciato il punteggio e messo fine alla prova di Richetti. Dopo il rilievo non positivo di Escalona ci ha pensato Teran a fermare l’assalto biancoblù.

A fine settimo sul collinetta dell’UnipolSai è salito l’ex Corradini che sarà il grande protagonista della serata. I Pirati avrebbero avuto la grande chance di portare a casa l’intera posta all’ottava ripresa di gioco che inizia col singolo al centro di Malengo, ma dopo di lui il Capitano Bertagnon prima mostra il bunt su un ball di Corradini, poi batterà una comoda volata a destra. Di Fabio è sfortunato, perché dalla sua mazza esce un lungo contatto al centro che però Ambrosino riesce a raccogliere nel guanto per un soffio. La valida di Infante sposta il compagno in seconda, ma la rimbalzante di Noguera sarà facile da gestire per gli interni bolognesi. Di fatto le speranze di successo per padroni di casa finiscono qui, perché al nono Corradini chiuderà alla grande dopo che Rimini si era salvata per un pelo con l’out in terza di Marval che ha generato grandi proteste del dugout ospite (espulsi Frignani e Radaelli).

Si va così agli extrainning. Bologna approfitta in pieno del vistoso calo di Teran battendo subito un doppio con Grimaudo, poi il bunt valido di Agretti taglia letteralmente le gambe ai giocatori neroarancio. L’intenzionale a Nosti riempie tutti i sacchetti, poi Vaglio realizza la volata del sorpasso bolognese (4-5) che certifica il crollo mentale della difesa riminese. Il singolo di Flores, l’errore di Malengo e l’altra valida di Sambucci producono altre segnature (4-8) che diventano incolmabili. Finisce qui dopo oltre 4 ore e mezza di gioco una gara tirata ed intensa che ha visto prevalere la formazione del manager Frignani che nonostante un inizio complicato ha saputo recuperare lo svantaggio grazie alla forza e alla grande qualità del suo lineup. Rimini di certo non potrà avere il morale alto dopo queste due sconfitte interne consecutive che rimettono certamente tutto in discussione, ma nonostante ciò c’è ancora una gara decisiva da disputare.

E’ chiaro l’inerzia a questo punto pende dalla parte bolognese, ma i Pirati hanno dimostrato che possono mettere in grande difficoltà gli avversari soprattutto se il monte di lancio regge l’urto. Sabato le due squadre torneranno in campo e si sfideranno per la decisiva gara5 in programma allo Stadio Falchi (playball ore 20.30). Sarà la partita riservata ai lanciatori stranieri, quindi potremmo rivedere in pedana la sfida di gara1 ovvero Rivero per Bologna e Rosario per Rimini. Chi vincerà si qualificherà alla Finale Scudetto 2017 dove sfiderà la T&A San Marino, che ha sconfitto con un netto 3-0 il Nettuno City del manager D’Auria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento