rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Basket

La Rbr espugna Nardò. Serata perfetta per l'attacco biancorosso

Trasferta in Salento felice per la RivieraBanca che segna oltre 100 punti e porta a casa la vittoria

Il centello è servito. E’ un 11° turno di gioia per la Riviera Banca Rimini. Solida e continua lungo tutta la cronologia, la squadra di coach Ferrari trova la seconda vittoria stagionale in trasferta sul parquet della Hdl Nardò (92-107 il finale). I padroni di casa mettono il naso avanti solo nel 2-0 iniziale, poi è controllo con autorità di Tassinari e compagni. Per coach Ferrari 5 gli uomini in doppia cifra. Per Nardò a nulla servono i 40 punti di Smith.

Approccio azzeccato per l’Rbr, in campo con concentrazione. Dopo il 2-0 inaugurale di Smith, Rimini piazza subito un parziale di 11-0 di squadra. Dopo 4’ la tripla di Johnson vale il +10 (4-14). L’Hdl si affida tanto a Smith coadiuvato da Poletti, ma Rimini è un fiume in piena sia a livello di precisione sia di energia. Dopo la tripla dall’angolo di Masciadri (11-19), a 19” dal gong anche Meluzzi infila la tripla che vale il 16-24 del 10’. La Riviera Banca chiude il primo quarto con 6 su 13 da due, 4 su 7 da tre e 13-7 a rimbalzo.

Si riparte e i biancorossi trovano due triple in fila con Johnson e Landi per il +14 (16-30 del 12’). In campo Rimini comanda: Ogbeide schiaccia a due mani il 21-33, Vasl e Baldasso non bastano a Nardò per rientrare. Bedetti e compagni scelgono bene le opzioni al tiro, così è di nuovo +14 (29-43) con Meluzzi. Il quarto si chiude con la tripla costruita dall’angolo del capitano, che vale il massimo vantaggio di 16 lunghezze (39-55) dell’intervallo. E’ dominio romagnolo: 11/23 da due, 9/15 da tre, 25-12 a rimbalzo.

Nella ripresa il gap si dilata ulteriormente. Senza grossi colpi di scena. Ogbeide segna da ogni mattonella, la squadra è in fiducia: il vantaggio si eleva in più occasioni fino al +21, come sul 45-66 di Masciadri e il 47-68 di Ogbeide. La frazione prosegue senza colpi di scena: Rimini non si ferma nella straordinaria produzione offensiva e al 30’ sono 79 i punti nel pallottoliere rispetto ai 60 dell’avversaria. Per coach Ferrari già nove uomini a referto nelle marcature.

Nell’ultima frazione l’Hdl cerca di entrare con la forza della disperazione. Smith mostra a tutti perché è stata una scelta Nba e segna a raffica, fino al -13 (79-93). Ma Rimini torna a macinare certezze, il 100esimo punto arriva con Ogbeide (83-100). Negli ultimi tre minuti non resta che definire il risultato finale: 92-107 con Tassinari.

Hdl NardòRiviera Banca Rimini 92-107 (16-24, 39-55, 60-79)

HDL NARDO’: Parravicini 3 (0/3, 1/1), Smith 40 (6/12, 4/6), Poletti 15 (5/9, 0/2), Baccassino, Baldasso 9 (3/4 da tre), La Torre 4 (2/3, 0/2), Vasl 8 (1/3, 2/5), Buscicchio, Renna, Donda, Borra 13 (5/6, 1/2). All.: Di Carlo.

RIVIERA BANCA RIMINI: Tassinari 8 (2/3, 1/5), Anumba (0/1), Meluzzi 8 (0/1, 2/3), Scarponi 4 (1/2), Masciadri 18 (2/4, 4/5), D’Almeida 2 (1/2), Bedetti 10 (2/2, 2/2), Johnson 21 (5/7, 3/6), Ogbeide 24 (12/19), Landi 12 (2/2, 1/5). All. Ferrari, Zambelli, Middleton.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Rbr espugna Nardò. Serata perfetta per l'attacco biancorosso

RiminiToday è in caricamento