rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Basket

Rivierabanca, il ko nel derby è già un lontano ricordo. Al Flaminio battuta la capolista Cento

Impresa della Rivierabanca. Che si lascia ben presto alle spalle il ko del derby di Forlì. Con una vittoria di lusso

Impresa della Rivierabanca. Che si lascia ben presto alle spalle il ko del derby di Forlì. Con una vittoria di lusso. I ragazzi di coach Mattia Ferrari si impongono al Flaminio sulla capolista Tramec Cento (87-80 il finale), squadra che era reduce da sei vittorie consecutive e non perdeva dallo scorso 27 novembre. In estasi i 2.900 del Flaminio, che vedono una vittoria costruita d’insieme. Perché oltre ai 27 punti di Johnson, tanti sono stati gli attori protagonisti quando la sfida pesava: chiudono in doppia cifra anche Masciadri (10), Ogbeide (15) e Landi (13). Ma sono fattori anche Tassinari e Meluzzi.

Reduce da sei vittorie consecutive, la Tremac scende in campo facendo forza sulle sue certezze. E gestisce la cronologia: dopo l’8 pari con Ogbeide, l’Rbr mette il naso avanti 10-8 ancora con l’americano, poi Cento con alte statistiche al tiro prova a scappare: 10-17 con Toscano e 15-22 con Marks. Il quarto si chiude sul 18-26 con Tomassini. Al 10’ Tramec con 4/7 da due punti e 6/9 da tre. Marks già in doppia cifra con 10 punti.

Nella seconda frazione Ulaneo dice +10 (18-28) degli ospiti, ma due triple in fila di Johnson (24-28) rimettono tutto in discussione. Dopo il 28-30, l’Rbr impatta con Ogbeide sul 32 pari. Il vantaggio arriva sul 34-33 di Masciadri e la partita prosegue sulle ali dell’equilibrio. 36 pari di Ulaneo dai liberi, poi 38 pari. Il primo tempo si chiude con un fallo su Landi, che a tempo quasi scaduto ha tre tiri liberi: mano precisa e 41-38 negli spogliatoi.

Nella ripresa le squadre si studiano e ci vuole tempo per trovare una padrona. 46 pari di Marks, poi 49 pari di Tomassini. La Rivierabanca prende in mano le redini nella seconda parlare del parziale: pesa Masciadri da tre (52-49), poi Johnson con il 2+1 che vale il 55-50. Coach Ferrari riesce a trovare diversi attori protagonisti: 60-55 di Bedetti, il +5 viene confermato al 30’ 64-59.

Nell’ultimo quarto, Rimini continua a gestire la cronologia con solidità. 67-61 Johnson, poi 76-70 con uno splendido affondo di Ogbeide. Pesano nella disputa anche il 70-63 di Landi e l’80-75 con Ogbeide preciso ai liberi. L’ipoteca è a firma di Johnson per l’83-75. Cento non può più pensare di andare al fotofinish anche grava dai falli, termina 87-80.

Rivierabanca RiminiTramec Cento 87-80 (18-26, 41-38, 64-59)

RIVIERABANCA: Tassinari 7 (2/4, 1/3), Anumba 6 (3/6, 0/1), Meluzzi 4 (1/3 da tre), Baldisseri, Scarponi, Masciadri 10 (3/5, 1/3), D’Almeida (0/1), Bedetti 5 (1/1, 1/2), Johnson 27 (3/6, 4/7), Morandotti, Ogbeide 15 (5/8), Landi 13 (1/4, 1/5). All. Ferrari, Zambelli, Middleton.

TRAMEC: Marks 28 (6/13, 3/4), Mussini 10 (2/3, 1/4), Ulaneo 7 (3/3), Tomassini 6 (2/4, 0/5), Baldinotti, Kuuba, Toscano 5 (1/2, 1/1), Berti 5 (2/2), Archie 12 (1/4, 2/7), Moreno 7 (1/3, 1/2). All.: Mecacci, Cotti, Pancotto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivierabanca, il ko nel derby è già un lontano ricordo. Al Flaminio battuta la capolista Cento

RiminiToday è in caricamento