rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Basket

La Rbr torna in trasferta, al PalaPania la sfida alla Umana Chiusi

Dopo due impegni consecutivi davanti al pubblico biancorosso del PalaFlaminio, i ragazzi di Coach Mattia Ferrari sono ora attesi da due trasferte, contro Umana Chiusi al PalaPania

Dopo due impegni consecutivi davanti al pubblico biancorosso del PalaFlaminio, la Rbr di Coach Mattia Ferrari è ora attesi da due trasferte, la prima delle quali in programma domenica 6 novembre alle ore 18.00 contro Umana Chiusi presso il PalaPania, sesta giornata del Girone Rosso

La partita, diretta dai fischietti Angelo Caforio (Brindisi), Alberto Perocco (Ponzano Veneto, Treviso) e Marco Marzulli (Pisa), vede confrontarsi una Rimini che vuole riscattarsi dalla sconfitta interna (65-75) contro la corazzata Udine, mentre Chiusi, caduta domenica scorsa in casa di San Severo (89-82), deve ancora trovare il primo successo stagionale. C'è un unico precedente nell'era RBR (28/04/2021) quando in serie B (girone A) i biancorossi ottennero il referto rosa al Flaminio per 62-56.

Il progetto San Giobbe Chiusi, strettamente legato a Umana, main sponsor anche della Reyer Venezia, nasce come RBR nel 2018 e la sua crescita è repentina: dopo la vittoria del campionato di Promozione Toscana (2018/2019), Chiusi viene ammessa alla serie C Gold, il Covid blocca tutto ma nell'estate dello stesso anno (2020) la società ottiene l'iscrizione alla serie B.

E' da questa stagione (2020/2021) che comincia il sodalizio con Coach Giovanni Battista Bassi, pistoiese classe 1976 che dal 1993 al 1996 disputò la massima serie con la casacca della propria città, prima di arricchire la sua carriera con esperienza in tutta Italia. Prima dell'approdo a Chiusi, ha allenato a Bottegone (serie C) ed Empoli dove è rimasto per 6 stagioni tra le giovanili del Biancorosso ed il ruolo di Head Coach dell'USE in serie B.

In Toscana Coach Bassi conquista la promozione in serie A2 al primo tentativo. Nella scorsa stagione (2021/2022), la prima in assoluto nella categoria per la Società e Bassi stesso, la matricola Chiusi si erge a protagonista ed interrompe la sua cavalcata solamente in semifinale playoff, sconfitta da Udine. Inoltre, l'annata è stata arricchita dalla qualificazione sia alle Final Eight di Supercoppa LNP sia alle Final Eight di Coppa Italia LNP. 

La cabina di regia è affidata all'americano Lester Medford, classe 1993 confermato dopo l'ottima stagione scorsa. Alla sua settima stagione in giro per l'Europa, può vantare nel suo palmarès un campionato macedone ed un campionato lettone: riferimento offensivo principale per Chiusi, si distingue per il suo tiro dal palleggio e per la capacità di innescare i compagni.

Slot di guardia occupato dal classe 1997 Riccardo Bolpin, prodotto del settore giovanile della Reyer Venezia di cui ha vestito la casacca in serie A1. Reduce dai playoff di A2 con Forlì, ha svolto tutta la trafila della nazionale giovanile: specialista nel tiro da tre punti, diventa mortifero quando prende fiducia durante la partita.

Ala piccola di riferimento è Matteo Martini, classe 1992 che dopo un brutto infortunio è tornato a calcare i parquet d'Italia nella scorsa stagione con la maglia di Orzinuovi. Sta riprendendo gradualmente, in questi suoi primi mesi toscani, il ritmo del giocatore da quintetto: giocatore capace sia di prendere velocità nelle penetrazioni al ferro sia di punire le difese col tiro dalla media distanza.

Nei pressi del ferro agisce l'olandese Dylan Van Eyck, classe 1998 che ha disputato il campionato NCAA con la maglia di Iona University: giocatore di sistema, è un buon tiratore da tre punti piedi per terra ma si fa apprezzare dal pubblico anche per le sue spettacolari giocate atletiche.

Sotto le plance Chiusi si affida all'esperienza di Davide Bozzetto, totem classe 1989 scuola Pordenone: veterano della categoria, recentemente disputata con le maglie di Latina, Chieti e Bergamo, è un lungo atipico perchè capace di colpire da tre punti ed aprire l'area. Spesso, però, al suo posto parte in quintetto il classe 2001 Luca Possamai, centro piuttosto imponente cresciuto nel vivaio della Reyer Venezia.

Dalla panchina esce il playmaker Lorenzo Raffaelli, classe 1999 alla sua terza stagione in maglia Chiusi: sta trovando un ruolo sempre più importante durante questa stagione, dopo quanto di buono fatto vedere l'anno scorso alla sua prima esperienza in A2. Completano il reparto piccoli Giulio Candotto e Carlo Porfirio, entrambi classe 2001 che contribuiscono con la loro energia quando chiamati in causa.

Chiude il roster Daniel Donzelli, classe 1996 che Coach Bassi può utilizzare come un jolly vista la sua versatilità nel giocare sia da '4' che da '5'. Prodotto del settore giovanile di Vanoli Cremona, prima, e Casalpusterlengo, poi, che ha vestito per due stagioni la maglia di Brindisi in A1. Giocatore eclettico, molto forte fisicamente, consente a Chiusi di essere dinamica in contropiede.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Rbr torna in trasferta, al PalaPania la sfida alla Umana Chiusi

RiminiToday è in caricamento