rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Basket

Derek e Jazz, attenti a quei due. Arriva il derby: "Sentiamo il calore della città, ora tocca a noi"

Presentazione dei due nuovi americani della Riviera Banca Basket Rimini a poche ore dal debutto casalingo e dal derby contro Forlì

Avvicinamento al derby contro Unieuro Forlì sempre più carico di emozioni per RivieraBanca Basket Rimini che nella mattinata ha ufficialmente presentato le sue due stelle, gli americani Jazz Johnson e Derek Ogbeide, con una conferenza stampa presso lo sponsor Marcar di Rimini, storico concessionario Opel dal 1964, e da luglio anche Peugeot, guidato da Marco Ciavatta che ringraziamo per l'accogliente ospitalità.

L'ingresso di Marcar all'interno del mondo Rbr è un altro segnale molto importante per questa Società: infatti, il concessario riminese non solo sarà presente sulle divise ufficiali di gioco, ma è stato fondamentale nel dotare Jazz e Derek di una vettura ciascuno per i loro spostamenti nella loro nuova avventura riminese. In particolare, il #22 biancorosso è stato dotato di una Opel Grandland mentre il nostro numero #34 avrà a disposizione una Peugeot 2008.

"Quando quest'estate abbiamo vinto il campionato ho subito pensato agli americani, e di conseguenza anche al fatto che servivano due macchine. - racconta in apertura Davide Turci - Ho avuto la fortuna di conoscere Marco Ciavatta, da subito c'è stata molta empatia e grande disponibilità, trasformate poi in una preziosa collaborazione.
Ci tengo a sottolineare che abbiamo avuto la fortuna di avere a disposizione Jazz e Derek fin dall'inizio della preparazione, si sono integrati in modo fantastico col gruppo; ho sentito i miei colleghi delle altre società dove questo non succede ovunque. Per questo voglio fare i complimenti ad entrambi i nostri americani, stanno dando il 100% per ottenere grandi risultati. Sarà un campionato lungo difficile, ma sono convinto che la squadra crescerà grazie anche alla loro leadership".

"E' un grandissimo piacere ospitare Rbr qui a casa nostra - fa gli onori di casa Marco Ciavatta, titolare del concessionario -. Io seguivo il Basket Rimini da tempo senza essere un super tifoso come Davide, mi sono sempre interessato alle vicende sportive sia nei momenti belli che brutti: ho gioito tanto nello scorso giugno in occasione della promozione. Davide m'ha subito contagiato con la sua passione sfrenata, dietro la quale c'è un progetto bellissimo che coinvolge la città e la provincia; noi operiamo nella provincia di Rimini da oltre 50 anni, mi sembrava giusto dare una mano alla società ed a questi splendidi ragazzi, Jazz e Derek, che ho conosciuto in agosto dotandoli subito di una macchina".

"Stiamo per affrontare un bellissimo derby, ho sensazioni molto positive perchè insieme a noi abbiamo il nostro pubblico che sosterrà sempre i nostri ragazzi. - interviene l'assistente allenatore Larry Middleton, che ha svolto anche l'attività di traduttore per Johnson e Ogbeide - Sono sicuro che Jazz e Derek, così come tutti gli altri ragazzi, verranno apprezzati dai tifosi per l'impegno che metteranno in campo".

"Sono molto contento di questa città, tutti mi hanno accolto a braccia aperte - dice la guardia Jazz Johnson -. Questo è il mio terzo anno in Italia, il secondo in A2: ho capito quanto sono importanti i derby, la partita di domenica non sarà sentita soltanto da noi giocatori ma anche da tutta la città. Sta a noi fare tutto il possibile per vincere. Non posso davvero garantire qualcosa inerente alla pallacanestro, ma sicuramente che porterò un atteggiamento positivo e che farò del mio meglio per essere un grande leader. Voglio motivare la squadra ad essere al top delle nostre possibilità: questa è la cosa più importante".

"Come Jazz, anche io ho avuto subito sensazioni positive dalla città e dai tifosi che mi hanno dato tanto amore - così il centro Derek Ogbeide - Sento che c'è connessione tra la città e la squadra, questa penso sia una cosa bellissima. Penso di poter portare benefici ai miei compagni in termini di energia e presenza costante al centro di attacco e difesa. Voglio garantire la stabilità di Rimini in area. Nel 'summit' a fine partita contro San Severo io e Jazz abbiamo motivato la squadra, dicendo che bisogna rimanere uniti: vogliamo trasmettere questo ai nostri compagni, il fatto che dobbiamo essere forti come gruppo squadra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derek e Jazz, attenti a quei due. Arriva il derby: "Sentiamo il calore della città, ora tocca a noi"

RiminiToday è in caricamento