rotate-mobile
Basket

La Rivierabanca c'è! Battuta la Staff Mantova a domicilio

I biancorossi di coach Ferrari tornano a macinare punti e certezze. Dopo il ko contro la Fortitudo Bologna, l’Rbr si impone sul parquet della Staff Mantova

Acuto Rivierabanca. I biancorossi di coach Ferrari tornano a macinare punti e certezze. E lo fanno in trasferta: dopo il ko patito al fotofinish contro la Fortitudo Bologna, l’Rbr si impone sul parquet della Staff Mantova (72-79 il finale). Rimini che raccoglie tanto in principio da Johnson (alla fine 27 punti personali), alla fine la vince con la forza del collettivo dopo che Mantova in principio di ultimo quarto era riuscita a riportarsi sul -3 (60-63). Nella ripresa Rimini rischia qualcosa di troppo dopo essere stata in vantaggio anche di 17 lunghezze. Per capitan Bedetti e compagni è festa, davanti a oltre 100 supporter che fanno sentire i loro decibel a tutto volume.

Coach Ferrari può tornare al quintetto standard. Apre Calzavara (2-0), ma Ogbeide entra subito in partita. Mantova con Iannuzzi prova a gestire 7-4, ma Johnson si iscrive allo show con il 7 pari. Dopo una fase di studio, fino all’11 pari di Veronesi, l’Rbr mette il naso avanti: lo fa soprattutto con Johnson, suoi i punti dell’11-13 e del +5 (11-16) momentaneo massimo vantaggio. I liberi di Ross chiudono il quarto sul 13-16. Se Johnson è già a 10 personali (4/6 dal campo), spiccano gli zero punti di un Miles in avvio imbrigliato.

Seconda frazione e i temi non mutano. C’è sempre un capo orchestra sul parquet: è Jazz Johnson, che le suona da ogni mattonella. L’americano sembra un videogame e spinta dal suo talento la Rivierabanca vola: dopo il 15-20 a firma Jazz, il numero 22 infila il 18-22 e il 28-38 del +10 al 18’. Per la Staff non bastano di certo le fiammate di un Janelidze unico particolarmente ispirato. Rimini si porta anche sul +11 (28-39) con Anumba e sul super 29-42 con la tripla dall’angolo di Masciadri. Il primo tempo chiuse sul 31-44 con un canestro di talento di D’Almeida. Per Johnson il tabellino dice già 22 punti in 18’ con 8/12 dal campo. Miles prosegue invece nel suo anonimato con 0/5 al tiro e 0 punti.

Calzavara e Iannuzzi tentano una reazione d’orgoglio, ma l’Rbr continua a far leva su valide certezze. Il 2+1 del solito Johnson vale il 35-49, ma il punteggio si eleva ancora sul +17 (38-55) con Masciadri dopo tecnico alla panchina di Mantova. Con il 40-55 Miles si sblocca dai liberi. L’americano, sebbene in ritardo sulla tabella di marcia, vuole dire la sua: sul 46-59 è lui a firmare con la tripla il -10 (49-59). Il gap si riduce ulteriormente: 53-59 di Ross con l’Rbr che accusa un calo fisiologico che comporta numerose palle perse e molti falli. Il parziale del terzo quarto è di 26-19 per Mantova e al 30’ il tabellone indica 57-63 da difendere per Rimini.

La Staff Mantova ha la forza per rientrare fino al -3 (60-63) con la tripla di Miles, ma la Rivierabanca piazza un parziale aperto di 7-0 e la tripla di Meluzzi dopo una splendida circolazione di palla vale il nuovo +10 (60-70). La partita non è ancora finita: due triple in fila di Miles e la schiacciata di Iannuzzi in contropiede valgono il -4 (69-73). Mantova ha la chances anche per tornare a -1 ma non concretizza. L’Rbr ha mano precisa dai liberi: il 2/2 di Tassinari a 33” dalla fine vale il 69-75. Ancora il contropiede di Tassinari vale la certezza del 69-77. Termina 72-79.

Staff Mantova-Rivierabanca Rimini 72-79 (13-16, 31-44, 57-63)

STAFF MANTOVA: Miles 19, Criconia, Iannuzzi 10, Veronesi 5, Janelidze 11, Cortese 10, Vukobrat, Ross 11, Calzavara 6, Morgillo. All.: Zanco, Niccolai.

RIVIERABANCA RIMINI: Tassinari 9, Anumba 6, Meluzzi 3, Scarponi, Masciadri 8, D’Almeida 4, Bedetti 2, Johnson 27, Ogbeide 18, Landi 2. All.: Ferrari, Middleton, Zambelli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Rivierabanca c'è! Battuta la Staff Mantova a domicilio

RiminiToday è in caricamento