rotate-mobile
Basket

Presenze nei palasport, il pubblico dell’Rbr rivelazione della serie A2

Un risultato, vuole sottolineare Davide Turci “che va condiviso con la nostra città e con il nostro reparto marketing e comunicazione, per il coinvolgimento del tessuto cittadino”

Un pubblico da incorniciare. La Rivierabanca Basket Rimini “rivelazione della serie A2” per presenze di spettatori nei palasport. Così scrive la Lega Nazionale Pallacanestro nel tradizionale comunicato stampa in cui fa il punto sull’andamento globale degli spettatori al termine del girone di andata. I club chiudono l’andata con 221.054 spettatori globali, per una media-gara di 1.316 nelle 162 partite fin qui disputate. La Rivierabanca Basket Rimini risulta ben al di sopra della media: secondo quanto diffuso da Lnp facendo riferimento ai dati ufficiali Siae l’Rbr vale il 4° posto assoluto per presenze, con 2.378 spettatori di media. Davanti al club biancorosso risultano Fortitudo Bologna media-gara (4.238), Udine (2.787), Forlì (2.396). Il Flaminio risulta inoltre il secondo nella graduatoria relativa all’indice di riempimento (79,2%), ed è al 2° posto anche per introito globale dai botteghini (24.089). Una curiosità: con 2.782 spettatori il derby Rimini-Forlì risulta il 10° per presenze in una singola partita di tutti i palasport nella prima parte del campionato.

Rivierabanca Basket Rimini vuole condividere questo risultato con tutta la sua famiglia. Questo il commento del direttore sportivo Davide Turci: “Da quando siamo partiti con il progetto di Rinascita abbiamo sempre visto il fattore pubblico come la nostra fondamenta alla base di tutto. Il record di abbonamenti a inizio stagione già faceva presagire un numero importante, poi la piazza ci ha letteralmente stupito nonostante l’avvio anche con delle sconfitte. I numeri oggi ci premiano, ma sono il frutto di un lavoro lungo quattro anni, abbiamo cercato di riportare il Basket Rimini dove doveva stare, con un lavoro di marketing e comunicazione, tornando nelle scuole e con il progetto delle società satelliti a noi legate”.
 
Un risultato, vuole sottolineare Davide Turci “che va condiviso con la nostra città e con il nostro reparto marketing e comunicazione, per il coinvolgimento del tessuto cittadino”. E’ la garanzia anche di un pubblico appassionato al basket e competente: “La piazza aveva tanta fame, è un pubblico competente che bisogna meritarsi – aggiunge Turci -. Per natura il riminese non regala niente, e noi dobbiamo proseguire su questa strada per meritare questo pubblico. A Forlì, in una partita diventata non semplice, il nostro pubblico è stato il migliore in campo. Con un attaccamento splendido. Con tutti i posti del settore ospiti esauriti. E’ un pubblico che capisce di pallacanestro, maturo, consapevole, per i nostri soci e sponsor è un risultato veramente importante. Questo risultato non è un punto di arrivo, ma di partenza. E abbiamo piacere di condividerlo con tutti i componenti della nostra società e con i tifosi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presenze nei palasport, il pubblico dell’Rbr rivelazione della serie A2

RiminiToday è in caricamento