Calcio femminile, cresce l'attesa per la finale di Coppa Italia

La stagione 2013/14 del calcio femminile italiano cala il sipario il prossimo 6 giugno con la disputa della Coppa Italia. Dopo i successi della Torres nella Supercoppa e del Brescia in campionato, infatti, manca da assegnare l’ultimo trofeo.

La stagione 2013/14 del calcio femminile italiano cala il sipario il prossimo 6 giugno con la disputa della Coppa Italia. Dopo i successi della Torres nella Supercoppa e del Brescia in campionato, infatti, manca da assegnare l’ultimo trofeo. Oltre all’interesse tecnico-agonistico, l’evento di quest’anno è stato inserito nella settimana riservata alla Fase Finale del campionato Primavera TIM “Trofeo Giacinto Facchetti”, che si terrà a Rimini e Santarcangelo dal 4 all’11 giugno. Tale collocazione vuole essere un’ulteriore impulso verso il rilancio di questa disciplina che, in altri Paesi, ha già compiuto il proprio percorso di maturazione, tanto da riempire gli stadi e da appassionare migliaia di persone. Oggi si è svolta a Rimini la presentazione della massima kermesse di calcio giovanile per club con il Direttore Generale della Lega Serie A Marco Brunelli che ha voluto spiegare questo importante connubio: “Nel corso degli anni, il campionato Primavera è cresciuto in maniera esponenziale sia dal punto di vista tecnico che emozionale, con la formula della final eight si è trasformato in un evento dal grande spettacolo dentro e fuori dal campo. Ringrazio in maniera particolare il presidente Tavecchio la cui presenza qui è nella doppia veste di vicario della FIGC e numero uno della LND che organizza l’attività di calcio femminile italiana, l’aver inserito la finale di Coppa Italia nel nostro calendario vuole essere un messaggio di fiducia e di rispetto per la promozione di questa disciplina nel nostro Paese”.

E proprio Tavecchio ha approfittato di questa occasione per sottolineare quanto strategica sia per la LND e per tutto il calcio italiano la promozione del calcio in rosa. “Sono venuto a Rimini per rappresentarvi che in Italia esiste anche il calcio donna che va sostenuto, promosso e valorizzato”, ha affermato il numero uno della Lega Dilettanti. “I risultati delle nazionali femminili (bronzo nel Mondiale FIFA Under 17 e l’oro nell’Europeo Under 19 nel 2009) sono di gran lunga superiori alla base di riferimento e questo vuol dire che il materiale umano su cui lavorare è di ottima qualità – ha continuato Tavecchio -; per rilanciare il movimento però servono sforzi ulteriori: da parte sua la LND sta facendo il massimo sforzo impiegando risorse proprie per puntellare l’attività nazionale e per accendere la miccia nel rapporto con le scuole, investendo ulteriori 100 mila per finanziare progetti tra club ed istituti scolastici”. Ma, come testimonia l’esperimento di Rimini e Santarcangelo, si sene il bisogno di fare altro: “Sono convinto che sia necessario – ha concluso il presidente LND - accostare L’Altra Metà del Calcio alle grandi società professionistiche del calcio italiano; la mia proposta di accomunare le squadre di Serie A femminile con quelle maschili, dopo un’iniziale indifferenza, adesso è stata presa in considerazione. È l’unico modo per mettere sul trampolino di lancio il calcio femminile, che beneficerebbe di un volano straordinario in grado di aiutare a colmare quel gap culturale tipicamente italiano che penalizza la donna nel suo rapporto con lo sport, con il calcio in particolare”. La finale di Coppa Italia si disputerà il prossimo venerdì 6 giugno allo stadio Valentino Mazzola di Santarcangelo di Romagna con inizio alle ore 18.00. La gara sarà trasmessa in diretta televisiva su Rai Sport 1.
 
Istituita nella stagione 1971/72, la Coppa Italia è il torneo riservato alle squadre di Serie A e Serie B che si fronteggiano ogni anno per la conquista della coccarda tricolore. Per il secondo anno di fila, sia le 16 squadre di A che le 53 di B sono partite dal primo turno dando così maggior imprevedibilità e spettacolarità alla manifestazione, con l’eccezione della Torres, campione d'Italia, e della Graphistudio Tavagnacco, detentrice dell’ultima edizione della Coppa Italia, che sono entrate a partire dagli ottavi. Archiviata la prima fase con match di andata e ritorno, dal secondo turno in poi si sono disputate solo gare ad eliminazione diretta in cui non sono mancate le sorprese. Il Brescia fresco vincitore dello scudetto, infatti, è uscito precocemente di scena perdendo il derby col Mozzanica, mentre la rivelazione Acese è riuscita ad eliminare il Napoli agli ottavi. Attualmente in atto i quarti di finale con due partite già disputate, la Graphistudio Tavagnacco è riuscita a spuntarla col Firenze per 2-1 in un incontro molto sofferto, mentre la Res Roma accede per la prima volta nella sua storia alle semifinali dopo aver battuto l’Acese, che si è arresa solo ai calci di rigore. Chiuderanno il tabellone dei quarti di finale sabato 24 maggio (calcio d’inizio alle ore 16.00) Agsm Verona-Mozzanica, rispettivamente quarta e quinta forza del campionato, e la sfida tra le ‘deluse’ in campionato, per motivi diversi, Torres e Inter Milano. La formazione sarda ha abdicato al trono della Serie A dopo 4 anni di fila, decisiva è stata la sconfitta all’ultima giornata nel match scudetto contro il Brescia, le milanesi invece hanno salutato la massima serie a causa della retrocessione.
 
----------------------------------------------
 
Albo d'oro: 1971/72 - Roma, 1972/73 - Falchi Crescentino, 1973/74 - Falchi Astro Montecatini, 1974/75 - Gamma 3 Padova, 1975/76 - Milan, 1976/77 - GBC Milano, 1977/78 - Lubian Lazio, 1978/79 - Conegliano, 1079/80 - Conegliano, 1980/81 - Gorgonzola, 1981/82 - Alaska Lecce, 1982/83 - Trani, 1983/84 - non disputata, 1984/85 - Lazio, 1985/86 - Euromobil Modena, 1986/87 - non disputata, 1987/ Euromobil Modena, 1988/89 - G.B. Campania, 1989/90 - G.B. Campania, 1990/91 - Woman Sassari, 1991/92 - Zambelli Reggiana, 1992/93 - Zambelli Reggiana, 1993/94 - Geas Sesto, 1994/95 - Torres Fo.S, 1995/96 - Lugos Zambelli, 1996/97 - Agliana, 1997/98 - Milan, 1998/99 - Lazio, 1999/00 - Torres Fo.S, 2000/01 - Torres Fo.S,2001/02 - Foroni Verona, 2002/03 - Enterprise Lazio, 2003/04 - Torres Terra Sarda, 2004/05 Torres Terra Sarda, 2005/06 - Bardolino Verona, 2006/07 - Bardolino Verona, 2007/08 - Eurospin Torres, 2008/2009 - Bardolino Verona, 2009/2010 - Reggiana, 2010/2011 - Torres, 2011/2012 - Brescia, 2012/2013 - Graphistudio Tavagnacco.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento