Calcio, nuovo patron per il Santarcangelo. Si presenta Ivan Mestrovic: "Presto in B"

Alte le ambizioni: "Vedo molto presto un Santarcangelo in serie B e una volta raggiunta la serie B chi può impedirci di sognare la serie A?"

Foto ufficio stampa Santarcangelo

E' l'imprenditore croato Ivan Mestrovic il nuovo patron del Santarcangelo. "Non arrivo qui per caso - ha tenuto subito a precisare -, ma dopo aver studiato il calcio italiano da Trieste a Cagliari. Ho impiegato un anno e alla fine ho scelto questa città, una bellissima città della Romagna che è la zona d’Italia che preferisco. Non avevo uno specifico obiettivo in C, B o A, stavo cercando una zona che fosse interessata a un calcio di qualità e che avesse una tradizione calcistica per riprodurre una situazione che avevo già creato in Osijek. Ho così deciso di studiare più approfonditamente Santarcangelo e dopo un paio di mesi di studio, ho trovato in questa città le stesse potenzialità che avevo visto a Osijek. Un importante polo di attrazione attorno al quale gravitano energia e gioventù".

"Il nostro obiettivo di partenza - evidenzia Mestrovic - è creare un grande vivaio, crescere giocatori di prima fascia nel nostro territorio, così come abbiamo fatto all’Osijek che adesso può vantare 32 giocatori scesi in campo in Uefa League. Voglio vedere i migliori giocatori del Santarcangelo giocare con la maglia del Santarcangelo e non della Juve e del Milan". Come si riesce a mettere in pratica un progetto del genere? "Investendo prima di tutto nelle infrastrutture - evidenzia -. In Italia la situazione delle infrastrutture non è ideale e anche questo territorio ha bisogno d’innovazione: ci muoveremo in modo deciso in questa direzione. Contestualmente al lavori sulle infrastrutture, dobbiamo però ottenere risultati sportivi. Siamo partiti portando un allenatore top per la categoria, sono già arrivati giocatori e ne arriveranno altri: puntiamo in alto".

Alte le ambizioni: "Vedo molto presto un Santarcangelo in serie B e una volta raggiunta la serie B chi può impedirci di sognare la serie A?". Capitolo investimenti: "Sono molto serio sulla questione, ma sono molto serio anche quando si parla di risultati sportivi, quindi vedrete che faremo le cose per bene. Dobbiamo alimentare l’orgoglio di far parte di questa società, spero che molto presto la prima cosa che verrà in mente quando si parlerà di Santarcangelo sarà il Santarcangelo Calcio. Mi piacerebbe che il Santarcangelo Calcio diventasse l’argomento principale di conversazione nei luoghi di aggregazione. Sono qui per ottenere risultati e per generare qualcosa di cui essere orgogliosi: vi invito a seguirci in questo percorso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento