rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Calcio

Barbanti (Sant'Ermete): "Quello che fa la differenza a questo punto del campionato è la fame"

"Le prossime gare saranno determinanti per il nostro campionato. Potrebbero voler dire salvezza o PlayOut"

Ripartire è la parola d’ordine in casa S. Ermete. Dopo la sconfitta con la Due Emme, la squadra di Mancini è tornata ad allenarsi in vista del prossimo impegno in quel di Misano. Una gara scomoda che arriva in un momento delicato della stagione in virtù del successo ottenuto nell'ultimo turno dai prossimi avversari dei verdi unito a quello del Bellaria che in questo momento permetterebbe proprio agli adriatici di giocarsi la permanenza in categoria nello spareggio play out con Fuchi e compagni.

La gara di domenica ha rappresentato un importante crocevia per questo finale di stagione. Tutte in gioco per la salvezza diretta o quantomeno per giocarsi lo spareggio play out ma partendo dall'ultima gara qualche rammarico rimane: "E’ stata una partita strana - afferma il portiere Barbanti -, tenuta sotto controllo ma siamo mancati purtroppo in fase realizzativa non riuscendo a trasformare le occasioni create. Peccato! Il tabellino a fine gara ricordava la vittoria ospite; loro sono apparsi più determinati nel credere in una possibile vittoria, a noi forse manca questa convinzione che ci permetterebbe di emergere e portare a casa le partite". Un rammarico quello del S. Ermete che persiste da tutta la stagione: "Purtroppo è vero ma non possiamo dire che giochiamo male, che non creiamo occasioni o che non siamo attenti in difesa, purtroppo i fatti ricordano che subiamo e non realizziamo reti. I dati indicano una sola marcatura nelle ultime cinque gare con al passivo ben cinque palloni raccolti in fondo al sacco. Ci sono stati segnali positivi, dove ad esempio a Meldola e a Cervia abbiamo tenuto la porta inviolata. Nel calcio, sappiamo che per vincere bisognare fare un goal più degli avversari".

In questo momento la serenità sarà fondamentale per ritrovare lo spirito di gruppo più volte evidenziato nel corso di questa stagione condizionata da un andamento altisonante: "Concordo! Quello che fa la differenza a questo punto del campionato è la fame, la voglia di portare a casa il risultato e questo gli avversari devono capirlo dal primo momento in cui arrivano al campo. Occorre ritrovarsi, per questo credo che non ci sia momento migliore che dimostrarlo nelle prossime due giornate". Misano e Stella rappresenteranno due sfide da dentro o fuori: "Le prossime gare saranno determinanti per il nostro campionato. Potrebbero voler dire salvezza o PlayOut. Il Misano ha una squadra giovanissima che ha dimostrato cosa sia capace di fare. Sicuramente non molleranno facilmente, sarà una gara dura, combattuta sperando che il risultato alla fine premi la nostra formazione. Detto questo dobbiamo concentrarci solo su noi stessi, le prossime partite saranno fondamentali per delineare il nostro futuro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barbanti (Sant'Ermete): "Quello che fa la differenza a questo punto del campionato è la fame"

RiminiToday è in caricamento