rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Calcio

Rimini è in estasi, festa per il ritorno in serie C. Il presidente Rota: "Siamo pronti per il grande salto"

Il Rimini vince la serie D e festeggia il ritorno tra i professionisti. Il sindaco Jamil Sadegholvaad: "Ora la Rimini Calcio va supportata dalla città con progetti e programmi realistici"

“Torneremo in serie C”, cantano a squarcia gola i tifosi del Rimini arrivati in massa a Sasso Marconi. E’ la domenica della svolta. E’ magic Rimini. E’ fatta. Ufficiale. Il Rimini torna tra i professionisti del calcio. Nel penultimo turno della serie D il Rimini conquista un punto sul campo del Sasso Marconi (1-1) ed è matematicamente primo in classifica. In trasferta, scoppia la festa, alla presenza del sindaco Jamil Sadegholvaad in rappresentanza della città. Un percorso praticamente perfetto, quello del Rimini: 87 punti conquistati in 37 giornate, 27 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte. Una macchina da gol: 72 gol fatti e 19 subiti, miglior difesa indiscussa del torneo.

“E’ il coronamento di una stagione perfetta, è ciò che si merita il club, la città e i suoi tifosi – dice in esclusiva a RiminiToday il presidente Alfredo Rota mentre è acclamato dai tifosi allo stadio -. I ragazzi sono stati bravissimi, non hanno mai mollato, sono sempre stati costanti, è un successo che abbiamo voluto e costruito sin dal principio”. La squadra di rientro dall’Emilia si ritroverà in piazzale Fellini, per una nottata di festeggiamenti. La città rivede la C: “Grazie al mister, ai giocatori e al direttore sportivo – prosegue il presidente -, posso dire che ci faremo trovare pronti per affrontare la serie C”. E’ tempo di festa, in questo momento, il futuro verrà: “Con la struttura societaria che abbiamo costruito non avremo difficoltà ad affrontare l’avventura al piano superiore, sono certo che anche gli sponsor si avvicineranno ancor più al progetto, anzi ringrazio chi già quest’anno è stato al nostro fianco. Ci faremo trovare pronti, appena finito il torneo si partirà con i lavori allo stadio, ma in società eravamo già pronti per costruire il futuro a un piano superiore”, aggiunge il presidente.

La partita - Un pareggio a Sasso Marconi basta e avanza, esplode la festa

Parole di elogio e complimenti arrivano anche dal primo cittadino Jamil Sadegholvaad, attraverso un suo messaggio scritto sui profili social: “Un grandissimo momento di gioia, dai colori biancorossi, i colori della Città di Rimini. La promozione del Rimini Calcio premia una squadra, uno staff, una dirigenza e un presidente che non ha mai venduto, sin dal primo giorno, sogni ma un solido progetto sportivo. E questo non è sempre digerito da un mondo come quello calcistico, più abituato ad ascoltare la voce delle cicale che il lavoro delle formiche. La squadra di mister Gaburro e di patron Rota ci ha fatto rivivere gioie che ormai non provavamo più dalle straordinarie e indimenticabili stagioni di Vincenzo Bellavista. Con la scomparsa di Bellavista, quasi 15 anni di eclisse, cambi societari e sofferenza sportiva”.

E per il futuro il sindaco dice: “Adesso è già futuro. La Rimini Calcio va supportata dalla città anch'essa con progetti e programmi realistici e non fantasmagorici annunci. Come Comune di Rimini abbiamo cercato di dare un supporto concreto e costruttivo ai biancorossi di patron Rota e così continueremo a fare. Il nuovo manto di gioco, quindi la riqualificazione della tribuna lato Riccione e l'anno prossimo, assieme alla società, guarderemo alle soluzioni per ammodernare le curve. Personalmente non vorrei e non voglio finire nella spirale di promesse di 'operazioni stadio' legate magari a contropartite immobiliari di qualunque tipo”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimini è in estasi, festa per il ritorno in serie C. Il presidente Rota: "Siamo pronti per il grande salto"

RiminiToday è in caricamento