rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Calcio

Giovanardi (Bellariva): "Ora sarà importante l'aspetto mentale oltre che la condizione fisica"

"La squadra sta facendo qualcosa di importante e ne è consapevole, a questo punto siamo in ballo e balliamo"

In testa alla classifica assieme al Morciano (43 punti), a +1 su Riccione e Gatteo e a +5 sul Roncofreddo, il Bellariva prepara il rush finale. Conquistata la salvezza, il primo obbiettivo stagionale del club, con i playoff ad un passo (+8 il vantaggio sulla sesta, il Villamarina), la squadra di Denis Morolli vive il grande sogno e fino alla fine si giocherà le sue carte.

“La squadra sta facendo qualcosa di importante e ne è consapevole, a questo punto siamo in ballo e balliamo – afferma il dirigente Leo Giovanardi – Mancano sette partite alla fine e tra queste ci sono due scontri diretti contro Riccione e Morciano entrambi in trasferta, il secondo all’ultima giornata, due partite chiave. Ma dobbiamo stare attenti anche alle altre formazioni che, per un motivo o per un altro, hanno bisogno di punti”.

Domenica affronterete la Bagnese: ha +7 sulla zona playout.

“Ha un buon margine, è vero, ma vorrà mettere il più possibile fieno in cascina tenuto conto che gioca tra le mura amiche dove ha un ruolino di marcia invidiabile visto che ha conquistato 22 dei suoi 32 punti segnando 18 reti, quarto attacco casalingo. Una sfida molto insidiosa tenuto conto che tra squalifiche ed acciacchi vari la nostra rosa non è al completo. Obbiettivo minimo mantenere l’imbattibilità esterna, ma cercheremo di valorizzare al meglio le nostre caratteristiche di squadra da trasferta (25 punti, nessuno ha fatto meglio, e migliore attacco con 24 gol)”.

Come sta il Bellariva?

“Nelle ultime cinque partite abbiamo collezionato 11 punti come il Riccione, in ripresa dopo una piccola flessione, e il Roncofreddo che nell’ultimo turno si è rivelato a casa nostra un osso duro e infatti ha la migliore difesa. Nessuno ha fatto meglio di queste tra squadre. Il Morciano ne ha fatti 7 con due sconfitte, il Gatteo 6 con tre sconfitte. E’ la dimostrazione del grande equilibrio che caratterizza il campionato”.

Il Bellariva lo ha vissuto sulla sua pelle: pareggio interno con il Perticara, in trasferta con l’Asar, ko in casa con il Sala.

“Abbiamo da recriminare, ma sicuramente anche le nostre avversarie lamenteranno battute a vuoto inaspettate. Ora comincia un mini torneo in cui sarà importante l’aspetto mentale oltre che la condizione fisica. Il fatto di essere inaspettatamente lassù in alto ritengo sia un vantaggio: rispetto alle blasonate avversarie non abbiamo nulla da perdere”.

Torniamo alla Bagnese.

“A Bagno di Romagna siamo contati, ma è anche vero che in queste situazioni di emergenza la squadra tira fuori il meglio sotto l’aspetto caratteriale e chi va in campo non fa assolutamente rimpiangere il compagno che è indisponibile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanardi (Bellariva): "Ora sarà importante l'aspetto mentale oltre che la condizione fisica"

RiminiToday è in caricamento