rotate-mobile
Calcio

La presidente del Rimini: "Non è scattata la scintilla che ci aspettavamo. Le responsabilità sono societarie"

"Stiamo affrontando una prima tempesta all’inizio di un campionato lungo. Non sarà certo questa partenza difficile a ledere le nostre ambizioni" scrive Stefania Di Salvo dopo l'esonero di mister Raimondi

"Care sostenitrici, cari sostenitori del Rimini FC, dopo la sconfitta di domenica contro la Recanatese è doveroso fare il punto della situazione". Comincia così la nota della presidente Stefania Di Salvo, diffusa subito dopo la notizia dell'esonero di mister Gabriel Raimondi. "Il risultato sul campo dopo 7 partite è inequivocabilmente pessimo. Vi assicuro che la nostra priorità assoluta è prendere le decisioni che riteniamo appropriate per porre rimedio e tornare a vincere sul campo". Nei prossimi giorni verrà ufficializzato e presentato il nuovo tecnico della prima squadra: "Di comune accordo, abbiamo preso la decisione di affidare la guida della prima squadra a un nuovo allenatore che presenteremo a breve. Purtroppo, non è scattata quella scintilla che ci aspettavamo a inizio stagione. La responsabilità del risultato attuale non è di mister Raimondi, un professionista onesto che merita tutto il nostro rispetto e al quale va il nostro sincero ringraziamento. La responsabilità è della società, che oggi non è riuscita a mettere la squadra in condizione di avere successo in queste prime giornate di campionato".

Dopo la rivoluzione estiva, il Rimini nelle prime 7 giornate ha collezionato appena 4 punti, ed è ultimo in classifica. "In questo breve lasso di tempo, abbiamo fatto delle scelte, molte volute, alcune forzate dalle tempistiche, senza timore di assumerci le nostre responsabilità. Una decisione assolutamente voluta è il rinnovamento della squadra secondo la nostra filosofia improntata su un forte investimento su giocatori di proprietà e di prospettiva. Mettiamo in chiaro che l’estenuante campagna di mercato di agosto, tra risoluzioni contrattuali e acquisti, non è stata volta al risparmio economico, ma a dare un cambio di rotta deciso alla strategia del club. Come ribadito all’inizio di questo percorso, sento il peso della responsabilità e svolgo il mio ruolo con profondo rispetto verso tutti voi. Stiamo affrontando una prima tempesta all’inizio di un campionato lungo. Non sarà certo questa partenza difficile a ledere le nostre ambizioni e i traguardi che intendiamo raggiungere insieme a tutta la città, senza presunzione, ma con umiltà e costanza".

Infine, Di Salvo si appella ai tifosi: "Oltre allo sfogo e la delusione per le ultime sconfitte, vi chiedo di continuare a sostenere la squadra con tutta la passione e l’attaccamento alla maglia che noi tutti amiamo. So di essere l’ultima arrivata, so che la fiducia va guadagnata giorno dopo giorno, ma credetemi se vi scrivo che sono la prima a soffrire in piedi in tribuna per ogni gol subito. We are Family. Come in ogni famiglia che si rispetti, è nei momenti più difficili che bisogna aiutarsi, specialmente sostenendo i giocatori che oggi sono più in difficoltà! Sono convinta che tutti voi riconosciate la qualità, l’impegno e la professionalità dei nostri giocatori. Abbiamo una squadra competitiva e continueremo a investire per renderla ancora più competitiva. Il nostro impegno è e continuerà a essere massimo. Forza Rimini Sempre".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La presidente del Rimini: "Non è scattata la scintilla che ci aspettavamo. Le responsabilità sono societarie"

RiminiToday è in caricamento