rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Calcio

Il Rimini ospita al Neri la Fermana di Protti, Gaburro: "Il gruppo è in palla e molto carico"

"Noi dobbiamo certo mettere intensità e grinta, però non farci prendere dall’ansia nel momento in cui pensiamo di dover per forza fare qualcosa"

Il Rimini vuole continuare il suo ottimo cammino in campionato: domenica pomeriggio al Neri (inizio ore 17:30) i biancorossi cercheranno il quinto risultato utile consecutivo contro la Fermana di mister Protti, ex Sammaurese e Forlì. La squadra allenata da Gaburro è terza a con 17 punti a -2 da Fiorenzuola e Reggiana, marchigiani quattordicesimi a quota 8. "Mentalmente stiamo bene - cominica l'allenatore del Rimini Gaburro - il gruppo è in palla, molto carico. Dobbiamo avere la capacità e la lucidità di di leggere bene le partite, di capire quando riusciamo a raccogliere quello che andiamo a costruire, quando qualche volta raccogliamo qualcosina in più, a Siena è successo questo, quindi dobbiamo avere la capacità di lavorare sui nostri errori e farci trovare più preparati alle partite, approfittando del fatto che comunque una volta che si subisce molto l’avversario e si riesce comunque a far punti questo ti dà morale, però non ti deve far rilassare perché è evidente che su certe cose dobbiamo migliorare. Anche se sono cose che spesso troviamo in certi tipi di campi, in certe trasferte. E quindi adesso le congeliamo un attimo, le riprenderemo a suo tempo. Questa sarà una partita completamente diversa e dovremo avere altre attenzioni e altre abilità per portarla a casa".

Rientra Mencagli, mentre sono sempre fuori Allievi, Sereni, Piscitella e Lo Duca. Il tecnico biancorosso inquadra poi il suo prossimo avversario, la Fermana: "E' una squadra che si sa difendere molto bene, che ha delle distanze molto corte sia quando aggredisce sia quando si abbassa. E' una squadra che quando fa densità davanti alla propria area è molto brava a rompere gioco e che quando riparte lo fa soprattutto con attaccanti abili negli spazi e abili negli uno contro uno, riesce a mettere in difficoltà l’avversario anche con delle azioni molto veloci. Ha battuto il Cesena e perso solo tre partite su nove, quindi ha un’identità forte nonostante abbia cambiato molto, allenatore, e sia stata costruita praticamente da zero, però secondo me è molto avanti tatticamente rispetto ad altre squadre più o meno dello stesso tipo, quindi vuol dire che stanno lavorando bene. Poi sull’undici titolare secondo me è una formazione anche molto buona. Cioè ha poche alternative nella rosa, alla lunga può soffrire un po’, ma nell’undici titolare è una squadra molto competitiva”.

Ci saranno 4-5 cambi tra difesa e centrocampo rispetto alla partita di Siena molto probabilmente. I biancorossi affronteranno la squadra di Protti senza pressioni, nonostante la classifica stia facendo sognare i tifosi riminesi. "Noi non siamo una squadra che si trova nella condizione mentale di dover vincere tutte le partite - chiarisce Gaburro - e quindi deve andare in ansia quando vede che una partita è più difficile, si fa fatica a sbloccare o l’avversario è bravo a far delle cose. Noi dobbiamo certo mettere intensità e grinta, però non certo farci prendere dall’ansia nel momento in cui pensiamo di dover per forza fare qualcosa. Dobbiamo cercare di fare delle cose".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Rimini ospita al Neri la Fermana di Protti, Gaburro: "Il gruppo è in palla e molto carico"

RiminiToday è in caricamento