Lunedì, 18 Ottobre 2021
Calcio

Rimini pronto al debutto in campionato col Prato, Gaburro: "Abbiamo una rosa competitiva e molto ampia"

"La verifica principale va fatta sulla tenuta mentale, dobbiamo farci trovare pronti mentalmente e avere consapevolezza dei nostri mezzi"

Ci siamo: ricomincia il campionato di serie D per il Rimini, pronto a debuttare domenica pomeriggio (15:00) al Romeo Neri contro il Prato. C'è tanta voglia di ricominciare da parte dei biancorossi, spiega il tecnico Marco Gaburro: "Non vediamo l'ora come tutte le squadre del girone. Stranamente è stata una preparazione più lunga degli ultimi anni, 40 giorni era da un po' che non mi capitava di poterli fare. Dal punto di vista emotivo è normale che alla squadra manchi la competizione. Finalmente si inizia".

Nessun dubbio sulla formazione che schiererà domenica dal 1', rivela l'allenatore: "Abbiamo una rosa molto competitiva e ampia, in questo momento la differenza tra chi gioca e chi non gioca è molto sottile. Questo non vuol dire che io arrivi alla partita con dei dubbi. Vedo la prima di campionato come il frutto di un percorso che va al di là della singola settimana, soprattutto sull'11 di partenza. Non sono arrivato con dei dubbi su chi far partire dall'inizio. Coi 5 cambi poi adesso le partite spesso cambiano".

Sul primo avversario dei biancorossi in campionato: "Il Prato è una di quelle squadre che si possono mettere nel lotto davanti. Il lotto è ampio, ci sono 6-7 squadre, tra cui il Prato. Mi aspetto una squadra che non venga a fare nessun tipo di barricata, ma che venga a giocarsi la partita a viso aperto, con una buona aggressività di base e un buon giro palla. Magari hanno allestito la rosa in maniera più lenta di noi, però questo non significa che possa incidere molto, soprattutto sulla prima gara".

Non saranno della partita i lungodegenti Barbatosta, Mengucci, Arlotti e Kamara. L'ultimo arrivato Giammario Piscitella non è ancora al top della condizione fisica, spiega l'allenatore: "Nelle gambe ha anche 90 minuti, dipende cosa gli si chieda. Al 100% può avere 20/30 minuti, deve mettersi al pari degli altri sulla quantità generale del lavoro, però l'ho visto subito abbastanza brillante". Gaburro traccia poi un identikit della sua squadra, analizzandone le qualità: "I nostri punti forti sono parecchi, la rosa è molto competitiva. Non avendo disputato partite ufficiali, io posso parlare di sensazioni, però poi le dobbiamo sempre andare a verificare sul campo. La squadra ha ottime caratteristiche sia in fase difensiva, perché ha una buona struttura, una buona fisicità di base, e ha trovato una buona compattezza nel precampionato, con tanti colpi per interpretare la fase offensiva. La Serie D richiede chiavi di lettura e interpretazioni diverse per portare a casa le partite, abbiamo anche una buona variabilità. Questo è un grosso vantaggio". Ma la cosa più importante: "La verifica principale va fatta sulla tenuta mentale, dobbiamo farci trovare pronti mentalmente e avere consapevolezza dei nostri mezzi".

Riguardo al modulo, che sarà il 4-3-3, il tecnico precisa: "Non credo tanti in moduli molto statici, per come giochiamo noi il 4-3-3 di base può diventare tante altre cose durante la partita".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimini pronto al debutto in campionato col Prato, Gaburro: "Abbiamo una rosa competitiva e molto ampia"

RiminiToday è in caricamento