Lunedì, 18 Ottobre 2021
Sport

Cattolica Rimini 2-2, Mastronicola: "Penalizzati dalla paura di dover vincere a tutti i costi"

"Il pareggio ci è bastato, non dovevamo arrivare a questa situazione, però ora ci siamo e va bene"

Dopo il sofferto pareggio per 2-2 a Cattolica, che vale i playoff al Rimini anche grazie allo 0-0 tra Bagnolese e Forlì, mister Mastronicola analizza le ultime difficili gare dei biancorossi, spiegando anche le sue scelte tattiche che sabato pomeriggio gli hanno permesso di qualificarsi ai playoff. 

"Purtroppo dopo 34 partite la squadra non è riuscita a togliersi i difetti che hanno caratterizzato un'intera stagione - esordisce l'allenatore -, il pareggio ci è bastato, non dovevamo arrivare a questa situazione, però ora ci siamo e va bene".

Le ultime prestazioni dopo le 3 vittorie consecutive, hanno messo in mostra una squadra piuttosto stanca, in grado di raccogliere appena un punto contro due formazioni che nulla avevano da chiedere al campionato: "Le ultime due partite sono state diverse: oggi avevamo più voglia di aggredire e di sopraffare l'avversario, abbiamo fatto tanti errori però abbiamo creato tante occasioni in cui si poteva fare meglio. Col Ghivizzano è stato il nulla più assoluto. L'avversario di oggi era deluso ma non morto, ci ha reso la vita difficile anche la Marignanese".

In particolare, sul match di sabato pomeriggio, Mastronicola mette in luce sia il positivo che il negativo: "Non sono contento di quelllo che si è visto in campo, tante cose non mi sono piaciute. Qualcosa va salvata, alcune situazioni sono state fatte anche discretamente. Complessivamente si fa fatica a dire che sia stata una buona gara, i fattori dovevano essere diversi. La paura di dover vincere a tutti i costi in alcune circostanze ci ha penalizzato, perché non ci ha reso lucidi a capire quale potesse essere l'ultimo passaggio o l'idea del momento di magari aggirare l'avversario, piuttosto che verticalizzare o altre cose. Siamo stati bravi a non starci a perdere, siamo contenti perché abbiamo raggiunto i playoff, ma dobbiamo darci una registrata".

L'Aglianese, prossima avversaria del Rimini ai playoff, ha sentito vicina la Serie C, ma non è riuscita a centrarla, per cui potrebbe essere delusa: "Farà di tutto per dimostrare di essere la seconda forza del campionato, se noi ci limitiamo a pensare che siccome l'Aglianese potrebbe essere delusa, noi potremmo avere vita facile... stiamo già sbagliando in partenza a pensare questo. Loro sono un'ottima squadra, noi dovremo usare tante altre armi per cercare di vincere, moralmente non saranno al top, ma nemmeno noi lo siamo stati nell'ultimo periodo".

"Per come siamo arrivati ai playoff - continua l'allenatore biancorosso -, disperatamente, magari ci sarà quella tensione giusta piuttosto che la troppa tensione ad affrontare questa gara. Si spera quantomeno nella lucidità mentale per preparare ed affrontare una gara".

Simoncelli è uscito al 28' per infortunio. Sulle sue condizioni, Mastronicola spiega: "E' un po' che ha dei problemini, abbiamo sempre cercato di salvaguardarlo fisicamente. Oggi ha accusato questo dolore prima del previsto, ho ritenuto opportuno dare spazio subito a un altro, non mi sentivo di sacrificarlo ancora di più a livello fisico".

Al suo posto è stato inserito Ambrosini, non un centrocampista: "Bisognava vincere la partita, avevo bisogno della dinamicità in mezzo al campo che mi dava Arlotti. A lui riescono 2-3 ruoli con facilità e li interpreta in modo offensivo come piace a me, quindi ho preferito arretrarlo dando un punto di riferimento in meno con un uomo di corsa, velocità e tecnica per dare anche l'opportunità ad Ambrosini di distribuire palloni. Questa è stata la mia idea sulla sostituizione di Simoncelli".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cattolica Rimini 2-2, Mastronicola: "Penalizzati dalla paura di dover vincere a tutti i costi"

RiminiToday è in caricamento