Perchè Rossi ha preso a pugni Ljajic? Un'offesa alla famiglia

Cos'ha scatenato la reazione violenta di Delio Rossi? Lo ha spiegato lo stesso allenatore riminese, che si è scusato per aver colpito con un pugno l'attaccante della Fiorentina Adem Ljajic

Cos'ha scatenato la reazione violenta di Delio Rossi? Lo ha spiegato lo stesso allenatore riminese, che si è scusato per aver colpito con un pugno l'attaccante della Fiorentina Adem Ljajic. "Su alcuni punti fermi non transigo – ha affermato l'ex tecnico viola, esonerato dopo il violento episodio di mercoledì scorso -. Sono il rispetto della mia persona, del lavoro, della squadra che alleno e della mia famiglia. Sono state toccate queste situazioni”.

Rossi ha spiegato che “il gesto è stato brutto, deprecabile, sono dispiaciuto. Hanno detto che se ero furbo l'avrei fatto dentro lo spogliatoio invece che davanti alle telecamere, allora sarebbe stato virile? Non mi sembra giusto. Non mi sono mai permesso di alzare le mani verso nessuno, neanche sui miei figli. Ho sbagliato e pagherò”.

Rossi si è rivolto ai “molti moralisti, molti perbenisti che si sono permessi di dare giudizi senza aver vissuto la situazione, senza sapere la storia di un uomo, senza sapere di chi parlavano". Quindi si è rivolto ai tifosi della Fiorentina: "La barca è quasi in porto, bisogna solo mettere l'ancora, ma la palla rotola ancora. Per cui a Firenze dico di stare vicino ai Della Valle e a questi giocatori". I tifosi si sono schierati dalla parte del tecnico riminese: "Da mercenari circondato, uomo vero ti sei dimostrato".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Coronavirus, nuovo decreto fino al 5 marzo: divieto di ricevere più di due persone in casa

Torna su
RiminiToday è in caricamento