rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Sport

Falsa positività al Covid rovina i test di Portimao a Nicolò Bulega

Il pilota di Moto2 del Team Gresini mette a referto pochissimi giri prima di finire in quarantena, lavoro da rifare in Qatar

Test sicuramente positivo per Fabio Di Giannantonio e per il Federal Oil Gresini Moto2 che chiudono nelle prime posizioni una due giorni caratterizzata dal vento e da tanto lavoro. Una 80ina di giri in totale per l’italiano che oggi ha fermato il cronometro a 1’43.625 confermando un ottimo feeling con la Kalex anche su un tracciato così complesso come quello portoghese. Da dimenticare invece la due giorni di Nicolò Bulega che mette a referto pochissimi giri nel day1 e che nel day2 è addirittura costretto alla “quarantena” per una falsa positività. Lavoro da riprogrammare in Qatar dove si terrà l’ultimo test a partire dal 19 marzo.

“Purtroppo - ha spiegato Bulega - per un motivo o per l’altro, sono sceso pochissimo in pista in questo test, quindi non ho praticamente riferimenti. È stato un peccato perché c’era parecchio lavoro da fare, la competitività in pista è altissima e ci sarà da lavorare a testa bassa in Qatar per recuperare”. "“Sono stati due giorni duri - ha aggiunto Di Giannantonio - dove si è lavorato tantissimo e dove onestamente c’è tanto da fare. Dobbiamo tutti amalgamarci un po’ di più, ma miglioriamo di giorno in giorno. Siamo sempre in crescendo e questo è molto positivo. Siamo ancora un po’ lontani, ma credo che i tre giorni a Losail saranno fondamentali anche considerando che proprio nel finale oggi abbiamo trovato una strada interessante. Sono carico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falsa positività al Covid rovina i test di Portimao a Nicolò Bulega

RiminiToday è in caricamento