menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giro d'Italia Under 23, numero di Luca Colnaghi: a Riccione una super vittoria

Terza tappa interamente in Emilia-Romagna, con la partenza da Riccione e arrivo a Mordano, dove ha sede la Nuova Ciclistica Placci 2013 presieduta da Marco Selleri, la società organizzatrice del Giro U23

Parla italiano la seconda tappa del Giro d'Italia Giovani Under 23 Enel, la Gradara-Riccione. A vincere è Luca Colnaghi della Zalf Euromobil Désirée Fior, al secondo successo stagionale. Conserva la maglia Rosa Enel è lo spagnolo Alejandro Ropero Molina (Kometa), a segno nella prima frazione a Urbino. Il nazionale azzurro Colnaghi ha fatto un vero e proprio numero nel finale, prima rientrando sui fuggitivi, poi restando al comando in solitaria e resistendo alla forte rimonta del gruppo lanciato per la volata.

I cinque fuggitivi si erano avvantaggiati nel tratto di falsopiano prima dell'unico GPM di giornata, Pietrarubbia: si trattava di Lorenzo Ginestra (Aran Cucine Vejus), Giacomo Ballabio (Iseo Serrature.Rime-Carnovali), Joab Schneiter (Swiss Racing Academy), Gabriele Porta (Gallina Colosio Eurofeed) e Sergio Garcia (Kometa Xstra), che hanno raggiunto un vantaggio massimo di quasi due minuti. Su di loro a poco più di 5 km dall'arrivo si è portato Luca Colnaghi, che poi ha lasciato la compagnia per presentarsi tutto solo sul traguardo di Riccione, con pochi metri di vantaggio sul gruppo; secondo posto per Jordi Meeus (SEG Racing Academy), terzo Jonathan Milan (CTF).

Terza tappa interamente in Emilia-Romagna, con la partenza da Riccione e arrivo a Mordano, dove ha sede la Nuova Ciclistica Placci 2013 presieduta da Marco Selleri, la società organizzatrice del Giro U23 e base dello storico nucleo di volontari a supporto dell’organizzazione.
Sono 150,5 i chilometri di una tappa che, al primo sguardo all’altimetria, può sembrare piatta, ma che all’altezza di Faenza devia verso le colline per portare i corridori ad affrontare due GPM di 3a categoria negli ultimi 30 km: Monticino (3,5 km di salita, pendenza media 5,2%, punte all’11%) e Mazzolano (2,4 km di salita, pendenza media 5,3%, massima all’11%), prima di scendere verso Imola e a Mordano per il traguardo.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rimini è pronta a sbocciare con ventimila fiori, tra natura e bellezza

Cura della persona

Soap brows, la nuova tendenza per sopracciglia perfette

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento