menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giro di Romagna, si corre la terza tappa Cattolica - San Leo

Sicuramente il percorso più impegnativo della corsa con 126km fatti salite e discese che metteranno a dura prova i corridori

Sicuramente il percorso più impegnativo della corsa, la partenza da Cattolica è l'inizio di 126km fatti salite e discese che metteranno a dura prova i corridori. Gli ultimi 8 km tutti in salita verso il maestoso Castello di San Leo saranno l'ultimo ostacolo da superare per conquistare la vittoria.

"Siamo alle porte di una nuova stagione turistica - ha commentato il sindaco di Cattolica, Mariano Gennari - che tutti ci auguriamo possa risollevare gli animi messi a dura prova dall'emergenza sanitaria. Lo sport è sicuramente una medicina incredibile. Per tale ragione salutiamo con entusiasmo questa edizione del Giro di Romagna. Cattolica sarà una delle città ad ospitare questo evento e si prepara a farlo nel modo migliore, pronta ad offrire agli atleti, allo staff, ed a tutto il seguito di appassionati, l'ospitalità che da sempre la contraddistingue. Questo 2021 non può essere ricordato solo per il Covid. Deve farci presente sempre la grandezza del nostro patrimonio immateriale. Lo fa portando in dote la ricorrenza dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta. Nei versi della Divina Commedia sono disseminate le tracce della presenza di Dante Alighieri in Romagna. In aggiunta, per la comunità di Cattolica, vi è un'altra sentita celebrazione, una vera è propria festa l'attende. Il prossimo 16 agosto sarà il compleanno della nostra città, cadranno i 750 anni dalla fondazione. La formazione di un castrum in località “Catholica” è testimoniata da un atto del 1271. Festeggeremo insieme e siamo convinti che anche questo appuntamento ciclistico potrà regalare uno slancio ai nostri territori. Pedaleremo più forte lasciandoci alle spalle le fatiche dell'ultimo anno e mezzo. Tornare a gioire ed abbracciarci alla fine di una gara: questa sarà la vittoria più galvanizzante per tutti noi. Coraggio ragazzi, serve uno sprint finale, il colpo di reni. Il traguardo è vicino".

Quattro giornate in cui sport e cultura si uniranno in un nuovo grande evento per giovani talenti del ciclismo, occasione di promozione per il territorio e opportunità di rilancio per l’economia e il turismo. La prima edizione della corsa si svolge nel pieno delle celebrazioni per 700° anniversario dalla morte di Dante Alighieri in luoghi che il Sommo Poeta, “primo turista in Romagna”, ha conosciuto bene, avendoli visitati in lungo e in largo da giovane, oltre ad aver citato personaggi ed episodi nella Divina Commedia, fino a trovare ospitalità in Romagna dopo il suo esilio da Firenze. E proprio in questo contesto il Giro di Romagna per Dante Alighieri si propone di raccontare Dante con un innovativo progetto di comunicazione, portato avanti con il fondamentale supporto della Regione EmiliaRomagna, di APT Servizi Emilia-Romagna, Destinazione Romagna, Visit Romagna e delle amministrazioni dei sette Comuni sede di partenza e arrivo di tappa (Bellaria Igea Marina, Cattolica, Gradara, Ravenna, Riccione, San Leo e Santa Sofia). A organizzare il Giro di Romagna per Dante Alighieri è Extragiro, il gruppo di lavoro nato dalla collaborazione tra la Nuova Ciclistica Placci 2013 presieduta da Marco Selleri e Communication Clinic di Marco Pavarini. Una sinergia che, dopo il rilancio del Giro d’Italia Under 23 e l’organizzazione dei Campionati del Mondo di ciclismo Imola - Emilia-Romagna 2020, continua a lanciare nuovi progetti che ruotano intorno alla bicicletta, legati alla valorizzazione dello sport e dei territori toccati, al cicloturismo, alla trasformazione della mobilità sostenibile.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ritenzione idrica: come eliminarla in poche mosse

Ristrutturare

Come trasformare una finestra in un balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento