Sport

Gran Premio d'Argentina, in Moto3 i riminesi ballano il tango a Termas de Rio Hondo

Tanta Romagna nelle prime 10 posizioni nonostante un sabato condizionato dalle temperature basse e dal tracciato ancora umido per le gocce di pioggia

Marco Bezzecchi

Qualifiche di Moto3 condizionate dalla pioggia per il Gran Premio di Argentina, sul tracciato di Termas de Rio Hondo, ma a ballare il Tango sono comunque i piloti italiani. Nonostante un sabato condizionato dalle temperature basse e dal tracciato ancora umido per le gocce di pioggia scese nel corso della giornata, a strappare la pole è stato Tony Arbolino (Marinelli Snipers Team) seguito dal riminese Marco Bezzecchi (Redox PruestelGP), particolarmente in palla sulla pista argentina, staccato di 306 millesimi. Tanta Romagna, comunque, nelle prime dieci posizioni perché in seconda fila partiranno Enea Bastianini (Leopard Racing) e Fabio Di Giannantonio (Del Conca Gresini Moto3), che per via della pioggia scesa alla fine non sono riusciti a migliorarsi. Beffato per pochi millesimi Niccolò Antonelli (SIC58 Squadra Corse), che partirà settimo dalla terza fila, con Andrea Migno (Angel Nieto Team Moto3), a chiudere la top ten. Qualifiche completamente da dimenticare per Nicolò Bulega (Sky Racing Team VR46) che partirà dalla penultima casella dello schieramento.

“Stamattina l’asfalto era scivoloso e all’inizio ho cercato di trovare il feeling giusto - è stato il commento di Bastianini. - Mi sono adattato alle condizioni e verso la fine della sessione sono riuscito a spingere. In qualifica, la pista era un misto di bagnato e asciutto e siamo partiti con le slick; purtroppo, proprio quando rientravo per cambiare le gomme, ha ricominciato a piovere. A quel punto non si poteva più migliorare il tempo, perché la prima parte della pista era completamente bagnata”. Abbiamo continuato a mettere a punto il set-up della moto nelle qualifiche e abbiamo trovato alcuni spunti interessanti - ha dichiarato Migno. - Mi sono sentito abbastanza bene e domani confermeremo il nostro potenziale nel warm-up. L'unico aspetto negativo è stato l'incidente, ma fortunatamente non ho riportato conseguenze. È stato un errore che devo evitare in futuro". "Non è stata la qualifica che immaginavo - è l'amara analisi di Bulega. - Ho cercato di migliorare il mio crono, ma non ho fatto il passo avanti sul feeling alla guida che speravo. Sarà una gara difficile domani, ma l’obiettivo è recuperare quante più posizioni possibili".

In Moto2 non è bastata la zampata di Mattia Pasini (Italtrans Racing Team) che partirà dalla seconda file con il quarto tempo mentre il riminese Stefano Manzi (Forward Racing Team) è ultimo sullo schieramento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gran Premio d'Argentina, in Moto3 i riminesi ballano il tango a Termas de Rio Hondo

RiminiToday è in caricamento