Il Centro Karate Riccione si laurea campione italiano Seniores a squadre

Vanessa Villa, Carlotta Villa e Giulia Olivi vincono il titolo ai Campionati Italiani per Regioni e a giugno rappresenteranno l’Italia agli Europei in Turchia. Ai Campionati Italiani per Regioni anche la squadra Cadette conquista un prestigioso bronzo

Può succedere che le squadre del Centro Karate Riccione siano state chiamate a rappresentare l’Emilia Romagna ai Campionati Italiani per Regioni Fijlkam e può succedere che dopo aver conquistato un oro con la squadra Senior ed un bronzo con quella Cadetti, la scuola di Karate della Perla Verde abbia acquisito il diritto e l’onore di rappresentare l’Italia ai prossimi Europei che si svolgeranno a giugno in Turchia. Quello che è successo nell'ultimo weekend al PalaFijlkam di Ostia ha dell’incredibile. Squadre provenienti da tutte le regioni della penisola, avevano assemblato le migliori atlete di diverse palestre, con l’unico scopo di conquistare il titolo italiano. La squadra Senior riccionese, composta dalla capitana Vanessa Villa, da Giulia Olivi e da Carlotta Villa, era chiamata nel difficile compito di confermare la leadership ottenuta lo scorso anno. Il responsabile tecnico Riccardo Salvatori sapeva molto bene che l’impresa sarebbe stata alquanto difficile, ma aveva la certezza di poter allenare “cavalli di razza” che garantivano determinazione, tecnica eccellente e cattiveria agonistica.

Al momento dell’ufficializzazione delle poule, l’entourage romagnolo era rimasto per un momento deluso. Il primo incontro infatti vedeva le nostre portabandiera affrontare la corazzata Lazio, padrona di casa, rinforzata quest’anno dalla presenza della pluri-campionessa italiana ed europea Michela Di Desiderio. In un palazzetto assordante dal tifo locale, le guerriere di Riccione sono scese sul tatami consapevoli di dover sfoderare una prestazione super.  Trainate da una Vanessa che sembrava tarantolata, i motori Carlotta e Giulia hanno cominciato a macinare tecniche su tecniche. La squadra riccionese sembrava un carro armato potente, agile ed elegante. Il 5-0 finale non ha lasciato dubbi e anche i tifosi laziali, molto sportivamente, hanno applaudito le atlete romagnole. Passato lo scoglio più difficile, il secondo turno le metteva di fronte allo squadrone della Toscana, dove la capitana Serena Bonuccelli, nazionale italiana, era pronta a dar battaglia. Fermare però il cingolato riccionese dopo che aveva preso velocità si è rivelata impresa impossibile. Verdetto: 5-0 anche alle toscane e passaggio in finale dove le attendevano le alfiere calabresi. L’ultimo incontro è stato uno spettacolo. In finale lo squadrone romagnolo ha potuto sfoderare il bunkai (applicazione delle tecniche) in cui la classe, la potenza e l’interpretazione di Vanessa, Giulia e Carlotta da sempre hanno fatto la differenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quando sul tatami centrale del Pala Pellicone, gli arbitri all’unanimità hanno alzato le bandiere rosse, la gioia delle riccionesi è esplosa incontenibile. Il Team Kata del Centro Karate Riccione si laurea Campione d’Italia a squadre per regioni. La mattina seguente un’altra squadra del CKR (quella delle Cadette) era impegnata nella sua categoria. Scottate dall’esperienza dello scorso anno, dove erano state eliminate all’inizio della gara, la capitana Elisa Franchini, Stella Mei Marisi e Ylenia Mami erano chiamate ad una reazione importante. Elisa è stata straordinaria, supportata da Stella ed Ylenia: tutte hanno sfoderato una grinta ed una concentrazione eccezionale. Il percorso di gara delle giovani del CKR è partito con la sofferta vittoria sul Veneto (3-2) e si è fermato solo in finale di poule contro il Lazio (2-3 il verdetto), con un pizzico di rammarico. La sfida per il bronzo con le Marche diventava decisiva per chiudere con una meritata medaglia. Il giovane team riccionese ha emulato le colleghe più grandi, applicando il bunkai con perfetta sincronizzazione, sciorinando tecniche a raffica con precisione e rapidità. Quando gli arbitri hanno sancito il 5-0 finale, le lacrime di gioia di Elisa, Stella e Ylenia hanno sottolineato l’impresa straordinaria, costruita con il sudore e la costanza. Dopo l’Open di Dubai in programma i primi giorni di aprile, l’appuntamento è fissato per giugno in Turchia, dove il Centro Karate Riccione porterà due squadre agli Europei, confermando di essere nell’elite del karate internazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento