Mercoledì, 22 Settembre 2021
Sport Riccione

Il grande padel internazionale sbarca a Riccione, in campo i big italiani, spagnoli e argentini

Nei campi del Padel Club Riccione ospitano il trofeo Plastile, torneo FIP Rise (maschile e femminile), tappa del Cupra FIP Tour 2021 con montepremi complessivo di 5100 euro

Il grande padel internazionale sbarca a Riccione. Dalla serata di giovedì 27 (con i match di qualificazione maschile a domenica) a domenica 30 maggio i campi del Padel Club Riccione ospitano infatti il trofeo Plastile, torneo FIP Rise (maschile e femminile), tappa del Cupra FIP Tour 2021 con montepremi complessivo di 5100 euro. L’evento – il circuito organizzato dalla Federazione Internazionale Padel approda per la prima volta in Emilia Romagna – è stato ufficialmente presentato nella cornice del club della Perla Verde, in una luminosa giornata di sole.

“Mi ricordo che ho iniziato a frequentare questo luogo da bambino, nel 1970, e non si trovava neppure posto per parcheggiare la bicicletta, ora mi pare davvero di rivivere quei momenti – ha sottolineato nel suo saluto Moreno Pecci, presidente del Tennis Club Riccione nei cui spazi sorgono i campi con le pareti – per il modo straordinario in cui è vissuto il nostro circolo. Lo frequentano tantissime persone, dai giocatori alle famiglie, e stiamo conoscendo una crescita in tutti gli ambiti: scuola tennis, agonistica accademia e padel, che devo riconoscerlo è stato un autentico terremoto per il nostro sport. Come appassionato e presidente non posso che essere soddisfatto di questo andamento: è davvero piacevole vedere e vivere di persona un club in tale sano fermento. Non a caso, mentre a breve inaugureremo anche il campo in sintetico che abbiamo fortemente voluto anche a costo di notevoli sacrifici per contribuire alla crescita del nostro settore agonistico, stiamo per partire con un Summer Camp estivo per ragazzi e ragazze che sta avendo già tantissime adesioni e richieste, ulteriore conferma della vivacità del movimento che ruota intorno al Tennis Club Riccione”.

Alla presentazione è intervenuto anche Edoardo Berardi, uno dei protagonisti sul campo, ‘pala’ in mano, del torneo FIP Rise riccionese (giudice arbitro della manifestazione Walter Naldoni) che mette in palio per i vincitori 20 preziosi punti per il ranking World Padel Tour-FIP (10 alle coppie finaliste e 5 a quelle semifinaliste). “Per me è veramente un onore poter disputare un torneo di questo spessore nel circolo di casa, dove sono cresciuto – le parole del giovane atleta, uno dei prospetti emergenti in ambito nazionale – e potermi misurare con i big italiani ma anche stranieri di questa specialità, come ad esempio lo spagnolo Teo Zapata, che abbiamo la fortuna di conoscere di persona in quanto svolge un ruolo di collaboratore tecnico con il nostro club. Sarà una bellissima esperienza, tanto più che per me si tratta del debutto sulla scena internazionale dopo aver fin qui preso parte a tornei Open e due volte ai campionati italiani. Faccio coppia con Edoardo Sardella, giovane di Bassano del Grappa, e al primo turno dovremo affrontare un binomio di valore come Di Giovanni-Sinicropi: siamo carichi e abbiamo tanta voglia di fare bene”.

A portare il saluto della Federazione Italiana Tennis è stato Michele Cotelli, delegato per il padel del comitato regionale. “I numeri della crescita del padel sono ormai sotto gli occhi di tutti e quello dei 2000 campi nella Penisola è un obiettivo raggiunto – ha sottolineato Cotelli – Sono felicissimo che sia stata assegnata questa tappa del circuito internazionale FIP al Padel Club Riccione, una prima volta in assoluto per la nostra regione di cui essere onorati. Ci tengo ad evidenziare che come movimento in Emilia Romagna abbiamo superato quota 7000 tesserati, quindi un terzo di quelli complessivi, mentre a livello nazionale i tesserati padel sono cinquantamila sui 250mila del tennis, dunque un quinto. Un dato che indica come nel nostro territorio la diffusione di questo sport sia partita in modo precoce, e noi stessi seduti a questo tavolo siamo stati in parte artefici di tale sviluppo, ma che soprattutto dimostra come l’Emilia Romagna sia una regione trainante per il nostro sport e merita allora di ospitare eventi di questa portata”.  

Ad addentrarsi di più negli aspetti tecnici è stato Luigi Capodagli, direttore del torneo. “Prima di tutto desidero ringraziare la ditta Plastile, main sponsor dell’evento, nella persona di Matteo Gusella che per impegni di lavoro non è potuto essere qui presente con noi oggi, ma che con il suo prezioso apporto rende possibile allestire una manifestazione così importante – ha ricordato il dirigente del Padel Club Riccione, un po’ il deus ex machina dell’evento – che ha richiesto diversi mesi di lavoro per mettere a punto ogni dettaglio. Dopo la disputa delle qualificazioni maschili nella serata di giovedì, il torneo entrerà nel vivo con i tabelloni principali e venerdì sono in programma i sedicesimi maschili al mattino e poi nel pomeriggio ottavi femminili e maschili. Sabato poi i quarti al mattino e le semifinali nel tardo pomeriggio, con finali domenica dalle 11, sperando che il meteo non ci metta i bastoni fra le ruote. Abbiamo un cast di partecipanti di qualità molto elevata, a cominciare dagli spagnoli Teo Zapata Pizarro, n.77 World Padel Tour, e Ignacio González Gadea, attualmente numero 48 del ranking WPT, in sostanza il meglio possibile per questa categoria di tornei visto che da regolamento non possono prendervi parte i primi 45 giocatori e le prime 30 giocatrici della classifica mondiale. Come seconda testa di serie la coppia formata da Mattia Guerra e dall’italo-argentino Juan Manuel Restivo, n.74 WPT, a inizio maggio vincitore del torneo Rise di Catania al fianco dello spagnolo Raul Marcos Duran, n.80 WPT, che qui a Riccione si schiera insieme all’esperto Marcelo Capitani, dominatore della passata stagione in Italia e responsabile tecnico delle nazionali azzurre giovanili. E come numero 4 del seeding il binomio Nicolò Cotto e Dario German Tamame, altra icona del nostro sport, n.85 WPT. Senza dimenticare Simone Cremona, l’altro campione italiano in carica e trionfatore del circuito Slam 2020, e Dario Cassetta, gli emergenti Lorenzo Di Giovanni e Riccardo Sinicropi, in aprile vincitori del FIP Promotion al Ruffini Torino, Daniele Cattaneo e Mauro Agustin Salandro, l’imolese Filippo Scala ed Emanuele Fanti. E nel femminile il ruolo di principali favorite spetta alla numero uno d’Italia Chiara Pappacena, n.68 WPT, che in questo caso fa coppia con l’argentina Celeste Paz, n.39 WPT, in arrivo direttamente dall’Open di Santander del World Padel Tour”. 
Capodagli ha anche annunciato la presenza a Riccione sabato e domenica, le due giornate clou del torneo, di Luigi Carraro, di recente riconfermato alla presidenza della Federazione Internazionale Padel, come pure la trasmissione in diretta degli incontri del ‘trofeo Plastile’ sabato e domenica sulla piattaforma SuperTennix e in streaming sulla pagina Facebook FIT Padel.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il grande padel internazionale sbarca a Riccione, in campo i big italiani, spagnoli e argentini

RiminiToday è in caricamento