Il Mondosquash Riccione vuole stupire ai tornei “Città d'Italia” in programma nel week-end

Nella categoria femminile riflettori puntati sulla testa di serie numero quattro Eleonora Magnani, che parteciperà assieme a Paola Moretti e Gabriella Cioce

Sale l'attesa per il primo doppio grande appuntamento per i portabandiera del Mondosquash Riccione ai tornei "Città d'Italia" Élite femminile e maschile in programma nel week-end (21-22 ottobre) a Carrè (Vicenza) e Padova. Le prestigiose competizioni, valide anche per la classifica mondiale, permetteranno di testare le condizioni degli atleti riccionesi dopo la faticosa preparazione atletica. Nella categoria femminile riflettori puntati sulla testa di serie numero quattro Eleonora Magnani, che parteciperà assieme a Paola Moretti e Gabriella Cioce. L'ultima citata, classe '90, è una new-entry per il Mondosquash. Giocatrice venezuelana residente in Belgio con passaporto italiano, Cioce potrà subito far vedere tutte le sue abilità. Tra le atlete del "Mondo" ci sono ottime potenzialità, attenzione però alla favoritissima serba Jelena Dutina. Tra i maschi Luca Brezza, Gianluca Poggiali e Federico Morganti dovranno partire dalle fasi di qualificazione ma con le loro qualità potranno ambire ad un posto al sole. Già nel tabellone degli ottavi invece Oliviero Ventrice e Alberto Matteazzi. Il candidato numero uno alla vittoria è il campione italiano in carica Yuri Farneti (Torino Squah Zone) ma i riccionesi sono pronti a stupire.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Risotto coi funghi velenosi: muore dopo una settimana di agonia

  • Il Cocoricò riapre le porte con un nuovo gestore: "Inaugureremo a Pasqua e ci saranno grandi eventi"

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

  • Valerio Braschi pronto ad aprire il suo ristorante: il campione di Masterchef cerca personale

  • Indossa vestiti a strati e poi cerca di scappare dal negozio senza pagarli

Torna su
RiminiToday è in caricamento