Il Riccione Volley è pronto a sfidare il Nettunia, intanto arriva un importante riconoscimento

In vista dell'appuntamento sul parquet, il settore giovanile del Riccione Volley si è aggiudicato il Marchio di qualità Argento FIPAV

Sembra una partita dal pronostico scontato e con una vittima sacrificale predestinata: sembra presentarsi così la sfida tra la capolista Nettunia e Riccione. La squadra emiliana sta attraversando un grande momento di forma ed è meritatamente in testa alla classifica. Riccione dal suo canto è reduce da una sconfitta a testa alta, fra le mura amiche del pala Nicoletti, contro il Volley Catello, unica squadra fino ad ora, ad essere riuscita a battere la capolista Nettunia. Ma l’esperienza insegna che le partite vanno sempre prima giocate sul campo e che i conti si fanno alla fine. Il volley non è una scienza esatta e i pronostici non sono certezze assolute: le ragazze di coach Cardone sono pronte a smentirli. Riccione non può essere la squadra vista nelle ultime trasferte e a Bologna non ha nulla da perdere. La gara in casa della capolista può dare alle ragazze di coach Cardone quegli stimoli giusti per fare bene e segnare una inversione di tendenza rispetto al recente passato.

Aspettando la sfida alla capolista, alla società riccionese è arrivato un importante attestato di qualità. A seguito della delibera n. 193 del Consiglio Federale Fipav riguardo l’aggiudicazione del Marchio di Qualità per il settore giovanile, il Riccione Volley risulta società certificata per le stagioni sportive 2018/19, con il marchio di qualità Argento. L’obiettivo del bando di concorso, indetto dalla Fipav ‘Certificazione di qualità settore giovanile’, è quello di cercare di creare uno stimolo che punti ad un costante miglioramento del settore giovanile delle società affiliate, dando la possibilità di agire sempre meglio a livello territoriale. Un attestato importante che arriva al termine di un lungo processo di valutazione ed analisi a cura della Fipav attraverso il proprio centro studi, effettuato in base ad una serie di parametri quali l’attività societaria nel settore giovanili (tesserati, attività di campionato, risultati), il numero delle atlete tesserate, il numero dei campionati a cui si è partecipato ed i risultati ottenuti, i tornei organizzati e quelli a cui si è partecipato, la qualifica dei tecnici e dello staff dirigenziale, l’attività nelle scuole e nei centri di avviamento, le attività per il sociale e per l’ambiente. Un bel riconoscimento, che rende fiera la società riccionese per gli sforzi fatti e il tentativo di dare una continuità di lavoro nel settore giovanile con tecnici qualificati. Sono solo due le realtà di tutta la provincia ad essersi meritate lo stesso riconoscimento. Entusiasta l’intera società Riccione Volley che ringrazia in primis tutti i suoi tecnici, gli atleti, le famiglie e i dirigenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento