menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Viserba Volley rinuncia all'A2: "Non ci iscriveremo ad alcun campionato"

La Società Viserba Volley Rimini fatte le dovute verifiche, fatti gli incontri a tutti i livelli imprenditoriali ed amministrativi nelle sue possibilità, comunica che non potrà iscriversi al campionato di serie A2 Femminile

La Società Viserba Volley Rimini fatte le dovute verifiche, fatti  gli incontri a tutti i livelli imprenditoriali ed amministrativi nelle sue possibilità, comunica che non potrà iscriversi al campionato di serie A2 Femminile per la stagione 2013/14. La Società deve purtroppo prendere atto della difficoltà di fare sport di squadra ad alto livello nella  Provincia di Rimini, cosa ormai attuabile  solo con l’apporto di proprietari/imprenditori che possano intervenire in prima persona e non aspettandosi   aiuti consistenti dal tessuto connettivo economico e sociale del nostro territorio.

"Oltre 10 anni di lavoro, 4 campionati vinti e l’accesso in serie A non sono stati sufficienti a reperire le risorse necessarie  alla gestione di una squadra di tale portata - evidenziano dalla società -. Questo però è servito a noi per conoscere ed apprezzare persone ed amici che hanno condiviso con noi questa ricerca. Vorremmo ringraziare uno per uno tutti gli sponsor, i sostenitori ed anche le singole persone che, pur non essendo pallavolisti della prima ora, hanno dato il loro contributo affinchè questo sogno non finisse. Un altro riconoscimento va a tutta la pallavolo provinciale, dalla federazione agli arbitri ed alle società per la loro vicinanza, consci anche loro dell’importanza che una squadra di serie A avrebbe avuto per tutto il movimento e per la città intera".

"Bisogna riconoscere un grande apprezzamento a tutta l’informazione della nostra città, i quotidiani, le radio, le tv ed i social network - continua il Viserba Volley -. Desideriamo ringraziare i responsabili sportivi dei media perché si sono dimostrati vicini alla nostra causa ma anche perché, da veri professionisti del settore, sono fondamentalmente vicini allo sport. E questo è un bell’esempio di come si possa fare gruppo per un bene comune fruibile da tutti. L’ultimo pensiero va alle magnifiche atlete ed allo staff tecnico della prima squadra.  Con rimpianto vi diciamo che siete liberi, liberi di continuare ad inseguire altri luminosi obiettivi per una carriera ancor più ricca di soddisfazioni. Noi non dimentichiamo".

Il Viserba Volley Rimini non parteciperà ad altri campionati nazionali. "Se neppure la promozione in serie A è riuscita a sensibilizzare coloro che potrebbero aiutare lo sport a Rimini, pare evidente come  non abbia  più senso proseguire su questa strada - è l'amara osservazione -. Non ci saranno rese dei conti così come non verranno rivolte accuse a nessuno. Rimane solo una grande amarezza per come questa città si sia ridotta globalmente a livello sportivo e non stiamo parlando ovviamente solo di pallavolo. Poi ognuno farà le sue riflessioni ma, per cortesia, non veniteci a parlare solo di recessione".

Il Viserba Volley Rimini però non cede, si dedicherà ai suoi bambini, ai suoi giovani ed al suo sociale. "Inoltre siamo certi, che quello che questi bambini hanno visto durante quest’annata trionfale rimarrà impresso nelle loro menti - osservano -. Auspichiamo che generazioni successive alle nostre possano prendere in mano il timone di questa società, magari ricordandosi che da piccoli avevano visto la loro squadra andare in serie A.   Nella speranza che qualcuno di loro ci riesca, noi continuiamo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento