L'Amarcord Rugby Rimini San Marino non sbaglia la seconda di campionato

La squadra resta così ai vertici della classifica insieme a Piacenza e Ravenna. La prossima partita domenica 23 ottobre sul campo di Rivabella per l'esordio casalingo contro il Reno Rugby Bologna

L'Amarcord Rugby Rimini San Marino, domenica 9 ottobre, non sbaglia la seconda partita del campionato di Serie C2 e vince 12 a 43 sul campo del Rugby Carpi. Quello che il risultato finale non racconta è però il sostanziale equilibrio che ha cratterizzato tuta la prima frazione di gioco. Il  match infatti inizia con i padroni di casa arrembanti e l'Amarcord poco lucida. Al 7' il Carpi guadagna un calcio di punizione di fronte ai pali a 10 metri dalla meta ma decide di giocarlo veloce e l'azione sfuma. Stessa cosa fanno gli Italo-sammarinesi poco dopo nell'altra parte del campo, nonstante il disappunto di coach "Baffo" Borsani che dalla panchina sottolinea l'importanza di fare punti. E così, quando al 13' l'Amarcord Rimini San Marino subisce un altro fallo non lontano dalla meta, il capitano di giornata Mattia Arlotti indica i pali. Sulla piazzola Daniele Frisoni che però non riesce a centrare l’acca. Ma gli ospiti non si demoralizzano e pochi minuti dopo Frisoni riesce a calciare la palla tra i pali dopo un'altra punizione.

La risposta del Carpi è veemente: con una serie di penetrazioni i padroni di casa riescono a macinare molti metri e a guadagnare una rimessa laterale a 15 metri dalla meta. Dalla touche impostano una maul avanzante che arriva fino in meta. Il calciatore centra i pali per il 7 a 3. L’Amarcord non rimane a lecarsi le ferite e si rimette a macinare gioco. Gli sforzi ripagano e al 24', dopo una serie di penetrazioni, è Alessandro Francioni a marcare la meta del 7 a 8, Frisoni non riesce nella  trasformazione. Il Carpi riceve anche un cartellino giallo per placcaggio al collo e l'Amarcord ne approfitta per andare nuovamente in meta questa volta con Davide Bacciocchi. Frisoni infila anche la trasformazione per il 7 a 15. Poco prima della fine del primo tempo anche gli ospiti si beccano un giallo, con Luzio che lascia il campo per 10 minuti per falli ripetuti.

Nella ripresa l'Amarcord cambia il ritmo e rompe gli equilibri della partita. Al 50' è Andrea Mini a segnare fortunosamente cadendo su una palla vagante in area di meta. Frisoni sbaglia il calcio. Al 59' è il giovanissimo mediano di mischia Sacchetti, il migliore dei suoi, a segnare la meta che consente agli Italo-sammarinesi di guadagnare il punto di bonus in classifica. Frisoni infila la trasformazione e porta il punteggio sul 5 a 29. Il Carpi tenta di reagire e dopo un'azione ripetuta con gli uomini di mischia riesce a schiacciare la palla in meta. Ma l'Amarcord ha un altro passo e nonostante un nuovo cartellino giallo a Cappellini ancora per falli ripetuti, negli ultimi 10 minuti segna altre due volte: prima con il mediano di apertura Paolo Pedrini, bravo a sgusciare tra diversi avversari prima di tuffarsi in meta, poi con l'ala Simone Berti scaltro a raccogliere un pallore dalla ruck e a farsi una cavalcata di 60 metri fino alla meta. In entrambi i casi è il giovanissimo Federico Fralassi a centrare la trasformazione al posto di Frisoni uscito per un infortunio alla caviglia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Amarcord resta così ai vertici della classifica insieme a Piacenza e Ravenna. La prossima partita sarà domenica 23 ottobre sul campo di Rivabella per l'esordio casalingo contro il Reno Rugby Bologna. Formazione: Arlotti, Bacciocchi, Susini, Cellini, Francioni, Di Bisceglie, Montanari, Mini, Sacchetti, Pedrini, Frisoni, Luzio, Fiore(all'esordio in prima squadra), Ugolini, Fralassi, De Stena, Dlugaszek, Trivisonne, Cappellini, Berti, Terenzi, Giardi. Allenatore Giovanni "baffo" Borsani In attesa dell’inizio degli impegni di Coppa Italia Femminile a 7, l’altleta delle Pellerossa Anna Mirto ha esordito in seria A nelle fila della formazione femminile del Cus Ferrara (squadra unita al Rimini da un rapporto di tutoraggio), nel match con il Colorno, ben figurando.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento