menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La prima in Moto2 di Marco Bezzecchi. Le lacrime: "Gioia indescrivibile"

In testa dal primo giro, Martin ha dettato il passo, resistendo su Bez risalito con una progressione da metà gara in poi, per poi tagliare il traguardo con 60 millesimi sul portacolori della VR46

Prima gioia in Moto2 per Marco Bezzecchi. Il talento riminese si è imposto nel Gran Premio di Stiria, quinto round del campionato. Dopo aver tagliato il traguardo in seconda posizione, Bez si è aggiudicato la gara sfruttando la penalità inflitta per il track limit a Jorge Martin. In testa dal primo giro, Martin ha dettato il passo, resistendo su Bez risalito con una progressione da metà gara in poi, per poi tagliare il traguardo con 60 millesimi sul portacolori della VR46. "Alla fine gli ho messo pressione ed arrivagli dietro di così poco un po' mi ha dato fastidio - ha dichiarato a caldo -. Ho notato che era passato sul verde, poi al parco chiuso mi hanno detto che ero primo. Una gioia indescrivibile, ho pianto e non trovo le parole". Terzo Remy Gardner davanti a Nagashima, Luthi, Vierge e Luca Marini. Il fratello di Valentino Rossi resta leader del mondiale con 8 punti di vantaggio su Martin ed Enea Bastianini. Il pilota dell'Italtrans ha chiuso decimo.

"È stato un week end difficile, mi aspettavo certamente qualcosa in più ma guardo il lato positivo: nonostante non sia riuscito a lottare con quelli davanti ho trovato il feeling che mi è mancato venerdì e sabato - afferma la "Bestia" -. Questo è molto importante in vista delle prossime gare, dove dovrò raccogliere più punti e continuare a lottare per il campionato". Tredicesimo in rimonta Nicolò Bulega, condizionato da un incidente: "Un peccato perché ancora una volta il nostro risultato non rispecchia il nostro potenziale. Potevamo stare tranquillamente in top10, ma per colpa di un pilota che ha deciso di frenare 50 metri più tardi centrando poi due piloti davanti a me, mi ha fatto perdere tantissimo tempo. Da 21º a 13º è una discreta rimonta, ma ci serve anche un pizzico di fortuna in più".

In Moto3 Celestino Vietti ha festeggiato la prima vittoria, precedendo sul traguardo nell'ordine Tony Arbolino (Honda), in ritardo di 0"410, e il giapponese Ai Ogura (Honda), a 0"938. Quinto Albert Arenas (Ktm), leader del mondiale, a 1"380. Bella gara anche di Andrea Migno, 22esimo al via e costretto a scontare in gara un long lap penalty. Dal fondo della classifica è risalito fino alla 13esima piazza. "Sono abbastanza contento della gara - esordisce il "Mig" di Saludecio -. Sono partito bene, ho recuperato tanto e per quanto ho potuto mi sono divertito. Sorpassi, controsorpassi nel gruppo e la bagarre fin sotto la bandiera a scacchi. Il feeling alla guida era buono e sono riuscito a chiudere in testa al mio gruppo. Un vero peccato la penalizzazione che ha compromesso la nostra domenica".

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Regina dà lo "scatto" alla stagione turistica tra ciclismo e fiori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento