Lottano e sgomitano: ma i Rose&Crown cadono in volata contro Russi

Pronti via, sono subito i ragazzi di Rustignoli a scattare dai blocchi di partenza con le bombe di Saccani e Panzeri, portandosi sull’8-0 e obbligando i padroni di casa al timeout

Lottano, sgomitano, soffrono, ma nella dura trasferta di Russi (riedizione della finale di Promozione dello scorso anno) i Rose&Crown Villanova Tigers cadono in volata per 60-57, al termine di un match sulle montagne russe. "Non c’è molto da dire su questa sconfitta. – esordisce coach Valerio Rustignoli – Abbiamo avuto in mano la palla del sorpasso a un minuto dalla fine nonostante abbiamo tirato i liberi sotto il 50% (15 errori dalla lunetta, ndr), perso 13 palloni, concesso almeno 15 rimbalzi d’attacco e commesso errori banali per almeno 15-20 punti. Abbiamo tanto da lavorare, perché molti di questi aspetti dipendono da noi e sono completamente fiducioso perché vedo una squadra sul pezzo e che vibra nella maniera giusta. Con queste due sconfitte - che ci hanno insegnato tanto - abbiamo pagato lo scotto del noviziato, ma ora abbiamo bisogno di muovere la classifica e il nostro compito è quello di iniziare a farlo già nelle prossime due partite".

La partita

Pronti via, sono subito i ragazzi di Rustignoli a scattare dai blocchi di partenza con le bombe di Saccani e Panzeri, portandosi sull’8-0 e obbligando i padroni di casa al timeout. La reazione dei locali è affidata a Cortini, che si inventa un paio di canestri dei suoi, ma dall’altra parte Calegari continua a rispondere per le rime. Nel secondo quarto, il copione del match cambia: Russi prende in mano le operazioni, trovando continuità in attacco sull’asse Cortini-Porcellini, mentre la difesa inizia a girare, lasciando a Saccani e compagni la miseria di 7 punti in 10’, di cui solo un canestro dal campo.

Dal 35-27 dell’intervallo, nel terzo quarto ci sono più Tigers che Russi: Buo e Saccani danno il la, poi è un maestoso Tomasi a raccogliere il testimone, riportando a contatto i suoi. I locali sembrano poter deragliare: Piani prende tecnico ed esce per cinque falli, la zona mette chili di sabbia negli ingranaggi, ma puntuali arrivano le bombe che puniscono le disattenzioni degli ospiti, mantenendo così il vantaggio minimo al 30’ (45-44). Nell’ultimo quarto Russi parte forte, con sette punti consecutivi di Morigi che scavano il solco, ma Tomasi e Calegari non lasciano scappare i russiani. Cirillo dall’arco e Samorì in entrata danno il +4 ai padroni di casa, ma la bomba di Saccani riporta i Rose & Crown sul -1. Dall’altra parte, la difesa tiene, Buo ruba e scappa in contropiede, ma il terzo tempo contestato del sorpasso gira sul ferro ed esce. Sul rovesciamento di fronte è il solito Porcellini a segnare il canestro del +3. Gli ultimi assalti Tigers non trovano mai la via del canestro, così il punteggio non si muove e la vittoria va a Russi.


Basket Club Russi - Rose & Crown Villanova Tigers
(17-20; 35-27; 45-44)

Russi: Morigi 13, Piani, Cortini 10, Samorì 5, Vistoli 2, Giuliani ne, Goi 8, Porcellini 11, Cirillo 6, Pambianco 3, Rosti 2, Foschini ne. All. Tesei.

Rose&Crown Villanova Tigers: Calegari 14, Giordani, Panzeri 6, Buo 7, Fabbri L. ne, Mussoni, Semprini, Guiducci, Campidelli, Tomasi 12, Saccani 17, Bollini 1. All. Rustignoli.    

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Risotto coi funghi velenosi: muore dopo una settimana di agonia

  • Il Cocoricò riapre le porte con un nuovo gestore: "Inaugureremo a Pasqua e ci saranno grandi eventi"

  • Valerio Braschi pronto ad aprire il suo ristorante: il campione di Masterchef cerca personale

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

  • Il caffè troppo "nero" di un imprenditore: scoperta evasione per tre milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento